L'orto dei ragazzi della Lombardi al San Paolo
L'orto dei ragazzi della Lombardi al San Paolo
Scuola e Lavoro

"Coltiviamocinsieme", ecco l'orto degli alunni della scuola Lombardi di Bari

Il progetto è stato realizzato dai ragazzi seguiti dai docenti in collaborazione con Confagricoltura Bari-Bat

"Coltiviamocinsieme" è un percorso orto-didattico che gli alunni della scuola Lombardi di Bari, al rione San Paolo, hanno seguito. Il frutto del lavoro è un orto che hanno generato tutti assieme, seguiti dal corpo docente. Si tratta di un progetto Pon realizzato dai ragazzi e docenti della Lombardi con la collaborazione di Confagricoltura Bari-Bat. Una iniziativa che segue la scia di un protocollo sull'agricoltura sociale promosso dal GAL Ponte Lama e che è stato sottoscritto da Confagricoltura Bari-Bat. Da sempre Confagricoltura è attenta al sociale, il protocollo è il punto di partenza di un percorso di consolidamento del sistema dell'agricoltura sociale. Il progetto è stato coordinato dalla professoressa Stefania Soldani, tutor, e dall'esperta Nadia Di Liddo.

«Il progetto sull'orto scolastico – spiega Giuseppina Pastore, dirigente scolastica – assume il laboratorio a cielo aperto come metodologia di apprendimento privilegiata, coinvolgendo tutte le discipline e consentendo di acquisire competenze attraverso il fare. "Coltiviamocinsieme" riunisce in sé il significato della cura per la terra e le risorse naturali a disposizione, ma anche il significato delle relazioni, fondamentali per un gruppo di lavoro che prepara, semina, attende. Per poi raccogliere i frutti di un impegno comune».

«Coltivare è il gesto più antico, forse il primo che ha consentito di parlare di civiltà. Coltivare a scuola è un modo per imparare. Imparare a conoscere il proprio territorio, il funzionamento di una comunità, l'importanza dei beni collettivi e dei saperi altrui. Saperi di altre generazioni e di altreculture. Coltivare l'orto a scuola è un attività interdisciplinare adattabile ad ogni età, un'occasione di crescita» commenta Michele Lacenere, presidente di Confagricoltura Bari-Bat.

«Gli orti scolastici rappresentano uno strumento di educazione ecologica in grado di riconnettere gli alunni con le radici del cibo, delle tradizioni e della vita. Gli studenti, in un contesto che favorisce il loro benessere fisico e psicologico, attraverso le attività di semina, cura, raccolta, compostaggio apprendono i principi dell'educazione ambientale e alimentare, imparano a leggere in chiave ecologica le relazioni che legano i membri di una società e a prendersi cura del proprio territorio», aggiunge Vincenzo Villani, direttore di Confagricoltura Bari-Bat.

L'idea progettuale è stata quella di realizzare un orto didattico quale luogo di comunicazione, integrazione ed interazione. L'idea è nata dall'esigenza di creare uno spazio protetto in cui sviluppare e mantenere tutte le abilità che la persona possiede ed anche la maturazione affettiva e relazionale soprattutto nei soggetti con difficoltà. L'Istituto Lombardi si trova nel cuore del quartiere San Paolo, territorio caratterizzato da una forte emergenza educativa. L'Istituto raccoglie un'utenza piuttosto varia e diversificata, si registra, infatti, fra gli abitanti del popoloso quartiere, un'eterogenea provenienza ed una varia estrazione socio-economica e culturale. Accanto ai ceti più deprivati, provenienti dai quartieri San Nicola e Libertà, è presente il ceto medio attirato dal notevole sviluppo dell'edilizia, soprattutto cooperativa. Tale situazione crea fenomeni di conflittualità e discriminazione sociale, aggravata, purtroppo, dalla presenza di numerosi fenomeni di devianza sociale, criminalità e sfruttamento del lavoro dei minori. Negli anni la scuola ha mirato, attraverso una varietà dell'offerta formativa, a ridurre lo svantaggio socio-culturale e a contenere l'evasione e la dispersione scolastica. L'esigenza è quella di favorire lo spirito di aggregazione e l'attaccamento alla realtà scolastica.
  • Scuola
Altri contenuti a tema
Scuola, la Uil Puglia tuona: «Pronti ricorsi per docenti non ammessi in ruolo dopo concorso» Scuola, la Uil Puglia tuona: «Pronti ricorsi per docenti non ammessi in ruolo dopo concorso» Nel mirino del sindacato il vincolo quinquennale sul sostegno che blocca le assunzioni relative al posto comune
La scuola in Puglia ricomincia il 18 settembre, ma c'è chi anticipa al 16 La scuola in Puglia ricomincia il 18 settembre, ma c'è chi anticipa al 16 Il calendario regionale stabilisce le date di inizio e fine, oltre alle festività, ma l'autonomia scolastica permette alcune variazioni
Diritto allo studio, in Puglia 11 milioni per migliorare i servizi scolastivi Diritto allo studio, in Puglia 11 milioni per migliorare i servizi scolastivi C'è il sì della giunta regionale. L'assessore Leo: «Obiettivo garantire sostegno alle prestazioni essenziali»
Scuola: Immissioni in ruolo, per la Uil penalizzata la Puglia Scuola: Immissioni in ruolo, per la Uil penalizzata la Puglia Il segretario regionale Verga: "Si cerca di mascherare i dati mediante la copertura dei posti vacanti soltanto sino al 29 maggio 2019"
Bari, in arrivo buoni per l'acquisto di libri di testo per gli studenti di medie e superiori Bari, in arrivo buoni per l'acquisto di libri di testo per gli studenti di medie e superiori Misura attiva dal prossimo anno scolastico per famiglie con reddito Isee inferiore a 10mila 632,94 euro
A scuola anche dopo l'orario di lezione? La Regione Puglia ci prova A scuola anche dopo l'orario di lezione? La Regione Puglia ci prova Pochi però ancora i fondi a disposizione degli istituti che vorranno realizzare progetti di carattere socio culturale
Bari, a Japigia arriva il polo dell'infanzia Bari, a Japigia arriva il polo dell'infanzia La scuola "Speranza" si amplia, al via dalla prossima settimana il cantiere da 180mila euro
Libri di testo gratuiti, al via le domande online in Puglia Libri di testo gratuiti, al via le domande online in Puglia La Regione ha anticipato i tempi, ecco chi può fare domanda e come presentarla
© 2001-2019 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.