Saicaf
Saicaf
Vita di città

Chiude lo stabilimento Saicaf a Bari, stop alla produzione da fine agosto

Rischiano il posto di lavoro 40 dipendenti, i sindacati: «Sciopero ad oltranza a partire dal 12 settembre»

Un altro pezzo di storia di Bari che se ne va. Sta per chiudere i battenti lo storico stabilimento della Saicaf in via Amendola. Da fine agosto cessata la produzione e nessuna certezza per il futuro dei lavoratori attualmente occupati nel reparto produzione.

L'annuncio è stato dato agli operai in seguito alla riunione del 6 agosto 2019, attraverso una comunicazione ufficiale della proprietà. Una notizia che arrivava dopo mesi di tentennamenti del management sul futuro dell'azienda. Nell'incontro di agosto tra le rappresentanze sindacali e la direzione aziendale la proprietà aveva resa nota per la prima volta, nonostante i reiterati solleciti di Flai e Uila, la dismissione dello stabilimento di Bari tra il mese di agosto e quello di settembre, con relativa cessione del terreno.

La storica torrefazione, fondata nel 1932, ad oggi conta in organico più di 40 unità. Tutti gli addetti alla produzione sono, quindi, interessati dalla cessazione delle attività nello stabilimento barese. Dal mese di agosto ha, infatti, avuto luogo il trasferimento degli uffici e del relativo personale impiegatizio presso i nuovi uffici ubicati nel centro città, trasferimento di cui le organizzazioni sindacali non hanno ricevuto comunicazione alcuna.

«Alla luce di tutto ciò le organizzazioni sindacali - scrivono Anna Lepore e Pietro Buongiorno, Segretari Generali di Flai e Uila - hanno inoltrato richiesta di incontro urgente alla direzione aziendale Saicaf, nella quale si specificava la necessità di essere ricevuti entro il giorno 6 settembre al fine di ricevere comunicazioni relative agli intendimenti aziendali in merito alla tutela e alla salvaguardia dei posti di lavoro messi in discussione. A tale richiesta l'azienda ha risposto il 4 settembre convocando tale incontro per il giorno 30 del corrente mese. A seguito di ciò Flai e Uila, ritenendo tardiva la suddetta convocazione e quindi del tutto ininfluente rispetto agli sviluppi della situazione aziendale, che sicuramente si verificheranno nelle prossime ore, hanno indetto lo sciopero ad oltranza a partire da giovedì 12 settembre. Si sciopererà fino a quando dall'azienda non giungeranno gli opportuni chiarimenti e non si darà garanzia sul futuro dei lavoratori attualmente occupati».
  • Sindacati
  • Sciopero
Altri contenuti a tema
Multa per aver scioperato il 2 giugno, Ikea Bari perde la causa con Pierpaolo Multa per aver scioperato il 2 giugno, Ikea Bari perde la causa con Pierpaolo Il lavoratore aveva aderito alla manifestazione per rivendicare il diritto di non lavorare nei giorni festivi
Regione-sindacati contro il Governo, 248 navigator in Puglia rischiano di restare senza lavoro Regione-sindacati contro il Governo, 248 navigator in Puglia rischiano di restare senza lavoro "Un insopportabile sperpero di competenze e risorse", e l'assessore Leo ribatte: "Non può restare inascoltata la preoccupazione di tante famiglie pugliesi"
Bari, vigilia di Natale di sciopero per la vigilanza privata Bari, vigilia di Natale di sciopero per la vigilanza privata Le motivazioni legate alla necessità del rinnovo del contratto, fermo nonostante una trattativa lunga 4 anni
I lavoratori del pubblico impiego scioperano a Bari, domani manifestazione in piazza Prefettura I lavoratori del pubblico impiego scioperano a Bari, domani manifestazione in piazza Prefettura Lo stato di agitazione è stato indetto da Cgil, Cisl e Uil: «Stop precariato. Dallo Stato arriva la peggiore offerta di impiego»
Covid, sindacati dei medici diffidano Regione Puglia su test antigenici e Dpi Covid, sindacati dei medici diffidano Regione Puglia su test antigenici e Dpi La categoria chiede anche l'immediata attivazione delle Usca e la fornitura di dispositivi protettivi
Marelli apre un nuovo sito a Colonia, preoccupazione per la sede a Bari Marelli apre un nuovo sito a Colonia, preoccupazione per la sede a Bari Falcetta (Uilm): «Non vorremmo che il progetto della nuova fabbrica pregiudicasse, in  futuro, la posizione dello stabilimento locale»
Bari, protesta del personale di nidi e scuola dell'infanzia. «Non lavoriamo in sicurezza» Bari, protesta del personale di nidi e scuola dell'infanzia. «Non lavoriamo in sicurezza» Il sit-in si terrà giovedì pomeriggio davanti a Palazzo di Città. Si chiede l'applicazione del protocollo sottoscritto ad agosto
Anche a Bari scioperano i metalmeccanici, i sindacati: «Subito aumenti salariali» Anche a Bari scioperano i metalmeccanici, i sindacati: «Subito aumenti salariali» La manifestazione davanti alla sede di Confindustria. La Cgil: «Da lavoratori "essenziali" a persone private dei diritti»
© 2001-2021 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.