Saicaf
Saicaf
Vita di città

Chiude lo stabilimento Saicaf a Bari, stop alla produzione da fine agosto

Rischiano il posto di lavoro 40 dipendenti, i sindacati: «Sciopero ad oltranza a partire dal 12 settembre»

Un altro pezzo di storia di Bari che se ne va. Sta per chiudere i battenti lo storico stabilimento della Saicaf in via Amendola. Da fine agosto cessata la produzione e nessuna certezza per il futuro dei lavoratori attualmente occupati nel reparto produzione.

L'annuncio è stato dato agli operai in seguito alla riunione del 6 agosto 2019, attraverso una comunicazione ufficiale della proprietà. Una notizia che arrivava dopo mesi di tentennamenti del management sul futuro dell'azienda. Nell'incontro di agosto tra le rappresentanze sindacali e la direzione aziendale la proprietà aveva resa nota per la prima volta, nonostante i reiterati solleciti di Flai e Uila, la dismissione dello stabilimento di Bari tra il mese di agosto e quello di settembre, con relativa cessione del terreno.

La storica torrefazione, fondata nel 1932, ad oggi conta in organico più di 40 unità. Tutti gli addetti alla produzione sono, quindi, interessati dalla cessazione delle attività nello stabilimento barese. Dal mese di agosto ha, infatti, avuto luogo il trasferimento degli uffici e del relativo personale impiegatizio presso i nuovi uffici ubicati nel centro città, trasferimento di cui le organizzazioni sindacali non hanno ricevuto comunicazione alcuna.

«Alla luce di tutto ciò le organizzazioni sindacali - scrivono Anna Lepore e Pietro Buongiorno, Segretari Generali di Flai e Uila - hanno inoltrato richiesta di incontro urgente alla direzione aziendale Saicaf, nella quale si specificava la necessità di essere ricevuti entro il giorno 6 settembre al fine di ricevere comunicazioni relative agli intendimenti aziendali in merito alla tutela e alla salvaguardia dei posti di lavoro messi in discussione. A tale richiesta l'azienda ha risposto il 4 settembre convocando tale incontro per il giorno 30 del corrente mese. A seguito di ciò Flai e Uila, ritenendo tardiva la suddetta convocazione e quindi del tutto ininfluente rispetto agli sviluppi della situazione aziendale, che sicuramente si verificheranno nelle prossime ore, hanno indetto lo sciopero ad oltranza a partire da giovedì 12 settembre. Si sciopererà fino a quando dall'azienda non giungeranno gli opportuni chiarimenti e non si darà garanzia sul futuro dei lavoratori attualmente occupati».
  • Sindacati
  • Sciopero
Altri contenuti a tema
Usppi sanità, Giuseppe Tiritiello nuovo segretario per le province di Bari e Bat Usppi sanità, Giuseppe Tiritiello nuovo segretario per le province di Bari e Bat Trentasettenne, autista soccorritore del 118, è stato nominato dal segretario generale Nicola Brescia
Ex Om a Bari, ora l'obiettivo è accelerare la reindustrializzazione Ex Om a Bari, ora l'obiettivo è accelerare la reindustrializzazione Incontro in Regione mercoledì scorso per fare il punto della situazione, Falcetta (UILM): «Fondamentale avviare la formazione degli operai»
Bari, Lorusso: "Saicaf non chiude, si trasferisce in via Oberdan" Bari, Lorusso: "Saicaf non chiude, si trasferisce in via Oberdan" Il cda dell'azienda smentisce quanto detto dai sindacati. Lavoratori indignati
Bari, nuovo sciopero dei dipendenti Amtab: disagi in arrivo il 13 settembre Bari, nuovo sciopero dei dipendenti Amtab: disagi in arrivo il 13 settembre L’astensione dal lavoro durerà 24 ore. Il servizio sarà svolto nelle fasce di garanzia
Conad-Auchan, ecco il piano di acquisizione. A Bari un contest per il nuovo nome Conad-Auchan, ecco il piano di acquisizione. A Bari un contest per il nuovo nome Doppio incontro a Roma tra sindacati e azienda, prossimi appuntamenti il 4, l'11 e il 23 settembre. Possibile un nuovo tavolo al Mise
Rientro con sciopero in autostrada, possibili disagi in Puglia Rientro con sciopero in autostrada, possibili disagi in Puglia Astensione dal lavoro per domenica e lunedì dei casellanti indetta da Filt CGIL Cisl, Uiltrasporti, Sla Cisal e Ugl Trasporti
Bosch di Bari, incertezza sul futuro continua la protesta Bosch di Bari, incertezza sul futuro continua la protesta Uglm in sit-in sul sito in occasione della visita della direzione aziendale, negato un incontro con i rappresentanti sindacali
Sciopero della vigilanza privata, sit-in in piazza Prefettura Sciopero della vigilanza privata, sit-in in piazza Prefettura Manifestazione organizzata da Fisascat Cisl, Filcams Cgil e Uiltucs che ritengono inaccettabili le proposte imprenditoriali
© 2001-2019 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.