Centro Convenienza. <span>Foto Elga Montani</span>
Centro Convenienza. Foto Elga Montani
Scuola e Lavoro

Centro Convenienza a Bari chiuso, dipendenti a casa e clienti senza merce

Ad ottobre l'annuncio dell'azienda, dopo la svendita serrande abbassate. Lavoratori non ancora licenziati

Dopo l'annuncio della chiusura dato lo scorso ottobre dall'azienda, e la svendita della merce presente in negozio, Centro Convenienza a Bari ha da alcuni giorni definitivamente chiuso i battenti. Sulle porte ancora appesi i manifesti relativi alla liquidazione e un numero di telefono da contattare per informazioni e consegna degli ordini. Perché la chiusura non è una brutta notizia solo per i tredici dipendenti, ma anche per molti clienti che avevano versato acconti per merce che al momento non è stata consegnata e non si sa se e quando succederà.

Un Natale amaro quindi, sia per coloro che circa due anni fa avevano visto nell'apertura del centro commerciale dedicato all'arredo una stabilità economica (alcuni dei dipendenti avevano un contratto a tempo indeterminato), sia per coloro che avevano investito i loro soldi in mobili che forse non arriveranno mai.

«Il negozio è chiuso da alcune settimane dopo la svendita della merce in magazzino - spiega Marco Dell'Anna, segretario Uiltucs Puglia - La società ha formulato richiesta di concordato in bianco. I lavoratori devono ricevere ancora le mensilità arretrate da agosto a novembre, nel frattempo noi abbiamo avviato le azioni esecutive. Vedremo ora il percorso della procedura di concordato».

Ed in merito alla situazione in cui si trovano ora i dipendenti spiega: «Alcuni erano a tempo determinato, mentre per gli altri a tempo indeterminato non è stato ancora formalizzato il licenziamento. I lavoratori erano comunque già nelle condizioni di rendere le dimissioni per giusta causa, potendo così accedere alla Naspi».

In merito ai clienti, sono in molti a lamentare la mancata consegna della merce, oltre al fatto che il il numero di telefono dato per avere informazioni risulta sempre occupato, arrivando poi a far cadere la linea senza dare possibilità di parlare con gli operatori. Su Facebook intanto è nato un gruppo che mette insieme i clienti scontenti, e attraverso il quale sembra che i problemi esistano non solo a Bari ma in diversi punti vendita d'Italia.
Centro ConvenienzaCentro ConvenienzaCentro Convenienza
  • Sindacati
  • centro commerciale
Altri contenuti a tema
Ex Auchan di Bari-Modugno, il grido disperato dei 35 dipendenti rimasti fuori Ex Auchan di Bari-Modugno, il grido disperato dei 35 dipendenti rimasti fuori La Fisascat Cisl sottolinea la volontà di porre rimedio alla situazione pretendendo che si cerchino altri criteri di scelta
Ex Auchan Bari-Modugno, nel passaggio da Conad a Despar restano fuori 35 dipendenti Ex Auchan Bari-Modugno, nel passaggio da Conad a Despar restano fuori 35 dipendenti Filcams CGIL e Fisascat CISL abbandonano il tavolo, Neglia: «Criteri non condivisi con i sindacati e a rischio di discriminazione»
A Bari tornano a protestare i lavoratori della sanità privata: «Subito rinnovo del contratto nazionale» A Bari tornano a protestare i lavoratori della sanità privata: «Subito rinnovo del contratto nazionale» Si è tenuto questa mattina in piazza Massari il presidio convocato dalle sigle sindacali confederali Cgil, Cisl e Uil
Ferragosto al centro commerciale? A Bari si può. Ecco dove Ferragosto al centro commerciale? A Bari si può. Ecco dove Nonostante le proteste dei sindacati diversi i grandi centri pronti ad accogliere i clienti il 15
Ritorno a scuola in presenza, c'è il protocollo di sicurezza firmato da Ministero e sindacati Ritorno a scuola in presenza, c'è il protocollo di sicurezza firmato da Ministero e sindacati Orari scaglionati per ingressi e uscite e percorsi separati. Segnaletica sul distanziamento e sanificazione costante degli spazi. Critiche le opposizioni
L'Auchan di Bari-Modugno passa a Maiora, la notizia ai sindacati via Facebook L'Auchan di Bari-Modugno passa a Maiora, la notizia ai sindacati via Facebook Via libera dall'Antitrust. A rivelarlo è la deputata pugliese del Movimento 5 stelle Francesca Anna Ruggiero
Crisi Scarpe&Scarpe in Puglia, l'azienda: «Obiettivo tutelare numero massimo di lavoratori» Crisi Scarpe&Scarpe in Puglia, l'azienda: «Obiettivo tutelare numero massimo di lavoratori» I dipendenti dei negozi presenti a Casamassima e Molfetta in ansia dopo la notizia della possibile chiusura di diversi store
Taglio dell'orario di lavoro del 18% per gli addetti alle pulizie, sit-in all'IKEA di Bari Taglio dell'orario di lavoro del 18% per gli addetti alle pulizie, sit-in all'IKEA di Bari Filcams Cgil: «La società ha assunto una immotivata ed irremovibile decisione di procedere alla riduzione del 18%»
© 2001-2020 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.