L'insegna di Centro Convenienza
L'insegna di Centro Convenienza
Scuola e Lavoro

"Centro Convenienza" a Bari a rischio chiusura, sit-in dei dipendenti

I sindacati: «Atteggiamento aziendale intollerabile, non si può giocare con il futuro di 15 famiglie»

Dopo Mercatone uno anche Centro Convenienza a Bari potrebbe presto chiudere i battenti. La situazione è molto difficile e rischia di lasciare senza lavoro i 15 dipendenti con le conseguenti ricadute anche sulle loro famiglie. Un negozio inoltre aperto da meno di due anni, essendo stato inaugurato nel gennaio 2018.

«L'azienda da diversi mesi ritarda il pagamento degli stipendi - dichiarano i rappresentanti sindacali di Uiltucs Puglia - ad oggi i lavoratori devono ancora ricevere le mensilità di luglio, agosto e settembre. Inoltre rifiuta il confronto, alle richieste di incontro sindacale e persino in sede istituzionale presso l'ufficio vertenze collettive della Regione Puglia, hanno sempre opposto pretestuose e strumentali obiezioni, denotando una scarsa affezione con le basilari regole delle relazioni industriali».

«Dopo la proclamazione dello stato di agitazione e del presidio di domani - proseguono - l'azienda ha comunicato con una nota generica e vaga l'intenzione di chiudere il negozio perché improduttivo (in realtà il negozio di Bari ha sempre performato), senza fornire alcuna data di chiusura L'atteggiamento aziendale è intollerabile, non si può giocare con il futuro dei 15 lavoratori coinvolti e delle loro famiglie, né tantomeno speculare sulle loro retribuzioni. Porteremo avanti la protesta per salvaguardare i posti di lavoro e garantire i diritti di questi lavoratori, se necessario coinvolgendo anche le istituzioni perché ostacolino sul queste dinamiche proprie di avventurieri più che di veri imprenditori, in un territorio come il nostro già provato da simili esperienze come nella vertenza Mercatone uno».

Domani si terrà un presidio dalle 10 alle 13 di tutti i lavoratori davanti al punto vendita di Santa Caterina.
  • Sindacati
Altri contenuti a tema
Senza stipendio da 4 mesi, protestano i dipendenti F.D. Costruzioni a Bari Senza stipendio da 4 mesi, protestano i dipendenti F.D. Costruzioni a Bari I venti lavoratori si sono dati appuntamento davanti all'Acquedotto Pugliese, Cgil: «Situazione punta di un iceberg fuori controllo»
"Ricatto occupazionale" alla Brsi di Bari, 99 dipendenti a rischio "Ricatto occupazionale" alla Brsi di Bari, 99 dipendenti a rischio L'azienda, dopo aver chiesto una riduzione del costo del lavoro, ha aperto la procedura di licenziamento
"Riders on the storm - Bari", vince il bando Urbis progetto di assistenza ai ciclofattorini "Riders on the storm - Bari", vince il bando Urbis progetto di assistenza ai ciclofattorini L'iniziativa è promossa dal circolo Zona Franka in collaborazione con Nidil CGIL e Veloservice
Auchan in Puglia, sempre più complicato il passaggio a Conad Auchan in Puglia, sempre più complicato il passaggio a Conad Futuro al momento "garantito" solo ad un terzo della rete di vendita, proclamato lo stato di agitazione
Mancanza personale Ata, assemblea a Bari in vista del concorso Mancanza personale Ata, assemblea a Bari in vista del concorso I posti disponibili saranno 1646 per il profilo professionale di collaboratore scolastico
Engie non cambia idea, 15 dipendenti licenziati a Bari Engie non cambia idea, 15 dipendenti licenziati a Bari A niente è valso lo sciopero dello scorso giugno, Falcetta (Uilm): «Decisione incomprensibile»
Usppi sanità, Giuseppe Tiritiello nuovo segretario per le province di Bari e Bat Usppi sanità, Giuseppe Tiritiello nuovo segretario per le province di Bari e Bat Trentasettenne, autista soccorritore del 118, è stato nominato dal segretario generale Nicola Brescia
Ex Om a Bari, ora l'obiettivo è accelerare la reindustrializzazione Ex Om a Bari, ora l'obiettivo è accelerare la reindustrializzazione Incontro in Regione mercoledì scorso per fare il punto della situazione, Falcetta (UILM): «Fondamentale avviare la formazione degli operai»
© 2001-2019 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.