conferenza stampa buoni libro
conferenza stampa buoni libro
Scuola e Lavoro

Bari, in arrivo buoni per l'acquisto di libri di testo per gli studenti di medie e superiori

Misura attiva dal prossimo anno scolastico per famiglie con reddito Isee inferiore a 10mila 632,94 euro

Dal prossimo anno scolastico gli alunni di Bari delle scuole secondarie di I e II grado torneranno a utilizzare i buoni per l'acquisto dei libri di testo. L'iniziativa prevede che gli studenti con Isee familiare inferiore a 10.632,94 euro, residenti nel Comune di Bari, possano utilizzare dei voucher distribuiti dalle scuole di appartenenza anziché libri in comodato d'uso da restituire successivamente agli istituti.

Da settembre i ragazzi aventi diritto al contributo per l'acquisto dei libri di testo potranno comprarli direttamente in libreria grazie a un lavoro di rete condiviso dall'assessorato alle Politiche educative e giovanili, dai dirigenti delle scuole secondarie di I e II grado e dalle librerie della città. In questo modo gli alunni potranno disporre dei testi sin dall'inizio dell'anno scolastico, diventandone proprietari a tutti gli effetti.

L'importo dei singoli buoni libro è definito da una tabella ministeriale e varia a seconda della classe - gli alunni delle prime classi usufruiscono di una quota maggiore - e dell'indirizzo dell'istituto scolastico. L'anno scorso nella città di Bari gli studenti beneficiari del contributo per l'acquisto dei libri sono stati 3.594, dei quali 1.590 frequentanti la scuola secondaria di I grado e 2.004 la scuola secondaria di II grado.
Per usufruire del beneficio, le famiglie dovranno accedere alla piattaforma regionale https://www.studioinpuglia.regione.puglia.it/libri-di-testo-2019-2020/ entro le ore 14 del 31 luglio.

«Da oggi introduciamo una nuova modalità di attuazione del beneficio per la fornitura dei libri di testo - ha dichiarato Paola Romano, assessore alle Politiche giovanili - pertanto gli studenti residenti a Bari, che hanno i requisiti previsti dalla legge, riceveranno un buono libro per acquistare i testi scolastici in libreria, e non più libri in prestito come accadeva sino all'anno scorso. Il nostro obiettivo è far si che gli studenti abbiano i libri il prima possibile, poiché non è accettabile ciò che abbiamo rilevato lo scorso anno, quando a gennaio alcuni alunni non avevano ancora ottenuto i testi su cui studiare. Un problema che nasceva da una procedura complessa che, dopo l'erogazione dei fondi regionali, obbligava le scuole ad indire delle gare per l'individuazione dei fornitori, che spesso si concludevano troppo tardi con la conseguenza che, nel frattempo, le librerie terminavano i libri nelle loro disponibilità allungando i tempi per la fornitura ai ragazzi meno abbienti».

«Questa iniziativa, che nasce dall'analisi e dalla condivisione di queste problematiche con le scuole, i librai, gli studenti e la Regione - prosegue Romano - si pone anche l'obiettivo di invogliare le famiglie ad entrare nelle librerie della nostra città, patrimonio di prossimità di inestimabile valore, perché spesso l'acquisto dei libri di testo rappresenta il primo passo per avvicinare i ragazzi e le loro famiglie alla lettura. Inoltre, si inserisce in un percorso più ampio, di cui fanno parte anche le biblioteche comunali di prossima apertura, che prevede la costituzione di un tavolo permanente con le scuole, gli studenti e i librai al fine di monitorare l'andamento della misura e costruire insieme delle iniziative per incentivare la lettura. Voglio ringraziare la Regione Puglia che, aumentando il budget a disposizione, ci ha consentito di optare per l'introduzione dei buoni libro. Il mio auspicio è che, sin dai primi giorni del prossimo anno scolastico, tutti gli alunni baresi possano studiare sui propri libri di testo».
  • Scuola
  • Paola Romano
Altri contenuti a tema
Donare dispositivi tecnologici agli studenti di Bari, online la manifestazione d'interesse Donare dispositivi tecnologici agli studenti di Bari, online la manifestazione d'interesse L'avviso è destinato agli enti del terzo settore e ad altri soggetti associativi senza scopo di lucro
Esami di Stato, classi "pollaio" e graduatorie docenti, cosa succederà a scuola? Esami di Stato, classi "pollaio" e graduatorie docenti, cosa succederà a scuola? L'emergenza Coronavirus sta cambiando molte delle prospettive del Ministero dell'Istruzione rispetto alle diverse date di rientro ipotizzato
Coronavirus, Conte: «Pronti 400 miliardi per le imprese in Italia» Coronavirus, Conte: «Pronti 400 miliardi per le imprese in Italia» Azzolina: «Esami di stato si faranno, non si può in nessun modo parlare di sei politico»
Supporto per la didattica a distanza, a Bari arrivano 517mila euro Supporto per la didattica a distanza, a Bari arrivano 517mila euro I fondi stanziati dal Governo serviranno per aiutare le famiglie prive di strumenti digitali e per la formazione del personale
Teledidattica senza strumenti informatici? A Bari tablet donati al Comune dalle aziende Teledidattica senza strumenti informatici? A Bari tablet donati al Comune dalle aziende Secondo un monitoraggio ad hoc effettuato in questi giorni, il fabbisogno stimato si aggira intorno ai 3500 dispositivi tra elementari, medie e licei
Coronavirus, un contest per gli studenti di Bari: «Raccontate la vostra quarantena» Coronavirus, un contest per gli studenti di Bari: «Raccontate la vostra quarantena» L'iniziativa #QuelliDiIeri è stata lanciata dal Comune di Bari. Romano: «Chiediamo a bimbi e ragazzi di dar sfogo alla fantasia»
La didattica ai tempi del Coronavirus, online l'indagine conoscitiva Irase Puglia La didattica ai tempi del Coronavirus, online l'indagine conoscitiva Irase Puglia I genitori degli studenti potranno compilare il questionario entro il 5 aprile
Coronavirus, sospesi pagamenti di asili nido, mensa e trasporto scolastico Coronavirus, sospesi pagamenti di asili nido, mensa e trasporto scolastico Il provvedimento è valido per il periodo di stop delle attività didattiche per il decreto del Governo
© 2001-2020 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.