conferenza stampa buoni libro
conferenza stampa buoni libro
Scuola e Lavoro

Bari, in arrivo buoni per l'acquisto di libri di testo per gli studenti di medie e superiori

Misura attiva dal prossimo anno scolastico per famiglie con reddito Isee inferiore a 10mila 632,94 euro

Dal prossimo anno scolastico gli alunni di Bari delle scuole secondarie di I e II grado torneranno a utilizzare i buoni per l'acquisto dei libri di testo. L'iniziativa prevede che gli studenti con Isee familiare inferiore a 10.632,94 euro, residenti nel Comune di Bari, possano utilizzare dei voucher distribuiti dalle scuole di appartenenza anziché libri in comodato d'uso da restituire successivamente agli istituti.

Da settembre i ragazzi aventi diritto al contributo per l'acquisto dei libri di testo potranno comprarli direttamente in libreria grazie a un lavoro di rete condiviso dall'assessorato alle Politiche educative e giovanili, dai dirigenti delle scuole secondarie di I e II grado e dalle librerie della città. In questo modo gli alunni potranno disporre dei testi sin dall'inizio dell'anno scolastico, diventandone proprietari a tutti gli effetti.

L'importo dei singoli buoni libro è definito da una tabella ministeriale e varia a seconda della classe - gli alunni delle prime classi usufruiscono di una quota maggiore - e dell'indirizzo dell'istituto scolastico. L'anno scorso nella città di Bari gli studenti beneficiari del contributo per l'acquisto dei libri sono stati 3.594, dei quali 1.590 frequentanti la scuola secondaria di I grado e 2.004 la scuola secondaria di II grado.
Per usufruire del beneficio, le famiglie dovranno accedere alla piattaforma regionale https://www.studioinpuglia.regione.puglia.it/libri-di-testo-2019-2020/ entro le ore 14 del 31 luglio.

«Da oggi introduciamo una nuova modalità di attuazione del beneficio per la fornitura dei libri di testo - ha dichiarato Paola Romano, assessore alle Politiche giovanili - pertanto gli studenti residenti a Bari, che hanno i requisiti previsti dalla legge, riceveranno un buono libro per acquistare i testi scolastici in libreria, e non più libri in prestito come accadeva sino all'anno scorso. Il nostro obiettivo è far si che gli studenti abbiano i libri il prima possibile, poiché non è accettabile ciò che abbiamo rilevato lo scorso anno, quando a gennaio alcuni alunni non avevano ancora ottenuto i testi su cui studiare. Un problema che nasceva da una procedura complessa che, dopo l'erogazione dei fondi regionali, obbligava le scuole ad indire delle gare per l'individuazione dei fornitori, che spesso si concludevano troppo tardi con la conseguenza che, nel frattempo, le librerie terminavano i libri nelle loro disponibilità allungando i tempi per la fornitura ai ragazzi meno abbienti».

«Questa iniziativa, che nasce dall'analisi e dalla condivisione di queste problematiche con le scuole, i librai, gli studenti e la Regione - prosegue Romano - si pone anche l'obiettivo di invogliare le famiglie ad entrare nelle librerie della nostra città, patrimonio di prossimità di inestimabile valore, perché spesso l'acquisto dei libri di testo rappresenta il primo passo per avvicinare i ragazzi e le loro famiglie alla lettura. Inoltre, si inserisce in un percorso più ampio, di cui fanno parte anche le biblioteche comunali di prossima apertura, che prevede la costituzione di un tavolo permanente con le scuole, gli studenti e i librai al fine di monitorare l'andamento della misura e costruire insieme delle iniziative per incentivare la lettura. Voglio ringraziare la Regione Puglia che, aumentando il budget a disposizione, ci ha consentito di optare per l'introduzione dei buoni libro. Il mio auspicio è che, sin dai primi giorni del prossimo anno scolastico, tutti gli alunni baresi possano studiare sui propri libri di testo».
  • Scuola
  • Paola Romano
Altri contenuti a tema
Bari, il Romanazzi chiuso per due giorni dopo l'allagamento Bari, il Romanazzi chiuso per due giorni dopo l'allagamento A comunicarlo il dirigente scolastico con una nota, lezioni regolari a partire da lunedì
Comune di Bari, nuovo accordo con gli asili paritari: 500mila euro per le famiglie meno abbienti Comune di Bari, nuovo accordo con gli asili paritari: 500mila euro per le famiglie meno abbienti La giunta ha approvato lo schema di convenzione. Romano: «Contributo aumentato rispetto allo scorso anno»
Libri gratuiti per gli studenti di Puglia, riaperti i termini Libri gratuiti per gli studenti di Puglia, riaperti i termini Il sistema informatico di presentazione delle istanze acquisirà i dati sull'ISEE direttamente dalla Banca dati dell'INPS
Bari, nuovo anno scolastico e vecchi problemi, all'appello mancano i docenti Bari, nuovo anno scolastico e vecchi problemi, all'appello mancano i docenti Verga (Uil Scuola Puglia): «Migliaia sono i supplenti da nominare e di oltre 500 posti è il deficit di ATA»
Al via l'anno scolastico, Decaro alla "De Fano" del San Paolo: «Cibi a chilometro zero nelle mense» Al via l'anno scolastico, Decaro alla "De Fano" del San Paolo: «Cibi a chilometro zero nelle mense» Il sindaco: «Fra questi banchi inizia il percorso di cittadinanza responsabile. Studio sia accompagnato dal divertimento»
Bando Urbis, finanziate 66 attività di imprenditoria sociale. Boom a Libertà e San Paolo Bando Urbis, finanziate 66 attività di imprenditoria sociale. Boom a Libertà e San Paolo La misura prevede incentivi da 15mila a 40mila euro a fondo perduto. Decaro: «Bari vuole scommettere su se stessa»
Gli studenti della Puglia pronti a tornare sui banchi, gli auguri dell'assessore Leo Gli studenti della Puglia pronti a tornare sui banchi, gli auguri dell'assessore Leo Una lettera in vista dell'inizio della scuola: «Al nuovo governo riproporrò l'impellenza di dare risposte a problemi ormai troppo datati»
Ricomincia la scuola a Bari, tra calo demografico e mancanza di docenti di sostegno Ricomincia la scuola a Bari, tra calo demografico e mancanza di docenti di sostegno Tra le problematiche che la nostra regione deve affrontare anche la mancanza di personale ATA
© 2001-2019 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.