campagna siamo tutti pedoni
campagna siamo tutti pedoni
Vita di città

Bari aderisce alla campagna "Siamo tutti pedoni". Nel 2019 aumentano gli incidenti

Simbolo dell'iniziativa è un bracciale elastico rifrangente. Un terzo dei ferimenti coinvolge gli "utenti deboli della strada"

Quest'anno anche Bari si unisce alla campagna nazionale "Siamo tutti pedoni", per sensibilizzare gli automobilisti al rispetto degli "utenti deboli della strada", così come li definisce il codice. Simbolo della campagna è un braccialetto elastico fatto in materiale rifrangente, che gli agenti della polizia locale di Bari in questi giorni di festa distribuiranno gratuitamente nelle strade dello shopping cittadino.

Da gennaio, inoltre, la polizia locale intraprenderà una serie di incontri formativi nelle scuole cittadine per educare i giovani al rispetto dei pedoni e al corretto uso degli spazi comuni, distribuendo oltre al caratteristico braccialetto anche opuscoli e volantini.

L'iniziativa, giunta alla sua undicesima edizione, è promossa dal Centro Antartide di Bologna e dai sindacati dei pensionati Spi Cgil, Fnp Cisl e Uilp Uil. Michele Palumbo, comandante della polizia locale di Bari, sottolinea «L'incremento del 2 percento dei pedoni feriti in incidenti stradali. Essere pedoni significa godere degli spazi pubblici, sempre preservando la vita umana. I costi sociali sono elevatissimi; se quei soldi venissero risparmiato è stato calcolato che in tre anni potremmo risanare la situazione deficitaria dell'Italia».

A Bari gli investimenti mortali del 2019 si attestano nella media dei precedenti anni. Secondo i dati della polizia locale di Bari (che rileva il 95 percento degli incidenti in città), al 30 dicembre sono nove gli incidenti mortali veritifatisi nel 2019 in città, che ha visto coinvolti due ciclisti e nessun pedone. Preoccupa, però, un'altra statistica: sono 42 i sinistri che hanno portato le persone coinvolte a essere ricoverate in ospedale con prognosi riservata; un terzo di questi incidenti ha interessato i pedoni.

Anche sugli "utenti deboli" della strada, però, va fatta un'opera educativa e, alcune volte, repressiva: i pedoni multati nel 2019 per non aver usato correttamente gli attraversamenti pedonali sono stati una quarantina, e sono stati costretti a pagare una sanzione è di 19 euro.

Alta è la soglia di attenzione anche nei confronti della mobilità elettrica: monopattini, overboard sideway saranno equiparati alle biciclette elettriche e sanzionati come esse secondo i dettami del codice della strada. Bari, infine, insieme a Torino e Roma ha aderito alla sperimentazione dei cuscinetti berlinesi per rallentare la marcia dei veicoli in città senza ostacolare il passaggio autobus, ambulanze e mezzi di soccorso.

«Le feste sono i momenti più importanti per sensibilizzare i cittadini - dice Antonio Decaro, sindaco di Bari. Vogliamo sensibilizzazione i cittadini nei confronti degli utenti deboli della strada, perché nel 2018 è morto un pedone ogni 14 ore; un bilancio peggiore di una strage. La causa principale è l'uso del cellulare, e non solo da parte di chi è al volante ma anche di alcuni pedoni che si distraggono usando lo smartphone. L'azione di sensibilizzazione proseguirà dopo le feste nelle scuole e con campagne mirate della polizia locale, che ha istituito una squadra apposita per contrastare l'uso del cellulare al volante. A causa della disattenzione anche quest'anno abbiamo perso perdoni, ciclisti e motociclisti».
  • Antonio Decaro
  • Sicurezza
  • michele palumbo
Altri contenuti a tema
Il DF riapre con nuovi, altissimi standard di sicurezza Il DF riapre con nuovi, altissimi standard di sicurezza Telecamere dotate di un software per il riconoscimento facciale e metal detector agli ingressi. Maggialetti: «Dimostriamo con i fatti da che parte siamo»
Sentenza Petruzzelli, Decaro incontra il ministro Franceschini: "Evitare l'interruzione delle attività" Sentenza Petruzzelli, Decaro incontra il ministro Franceschini: "Evitare l'interruzione delle attività" Il primo cittadino barese dopo il colloquio a Roma: "Nelle prossime ore ci saranno nuovi incontri tra i tecnici per definire le azioni da intraprendere"
Bari, il sindaco Decaro incontra Papa Francesco: "Emozione fortissima" Bari, il sindaco Decaro incontra Papa Francesco: "Emozione fortissima" Il primo cittadino del capoluogo pugliese ha donato al Pontefice una icona pellegrina raffigurante la Madonna del Campo
Il giardino di viale Kennedy intitolato a Monica Dal Maso, educatrice di Bari scomparsa prematuramente Il giardino di viale Kennedy intitolato a Monica Dal Maso, educatrice di Bari scomparsa prematuramente Il sindaco Decaro: "Monica ha lasciato un ricordo straordinario, testimoniato stamattina dalla grande partecipazione di associazioni e cittadini a questa cerimonia"
1 Bari piange Arturo Cucciolla, architetto che lottò per il parco del Castello Bari piange Arturo Cucciolla, architetto che lottò per il parco del Castello Il cordoglio del sindaco Antonio Decaro: «Grazie per tutto quello che la città potrà diventare facendo tesoro delle tue battaglie»
Ferragosto, a Bari occupato il 90% delle strutture turistiche. Decaro: "Si riaccende la speranza" Ferragosto, a Bari occupato il 90% delle strutture turistiche. Decaro: "Si riaccende la speranza" Tanti turisti, provenienti dalle altre regioni italiane o dall'estero, hanno scelto il capoluogo pugliese per trascorrere le vacanze
Bari, bimbo di tre anni travolto da un monopattino. La madre al sindaco: "Presidiare zone pedonali" Bari, bimbo di tre anni travolto da un monopattino. La madre al sindaco: "Presidiare zone pedonali" L'episodio è avvenuto nel giardino di via Caccuri, a Poggiofranco. Fortunatamente il piccolo non è rimasto ferito.
Trentennale sbarco della Vlora, Decaro scrive al console albanese: "Lavorare insieme per il futuro" Trentennale sbarco della Vlora, Decaro scrive al console albanese: "Lavorare insieme per il futuro" Gentiana Mburimi ha contributo alla realizzazione del ricco programma di iniziative organizzate tra Bari e Durazzo in occasione del trentennale dell'arrivo nel porto di Bari della Vlora,
© 2001-2021 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.