La merenda solidale alla Collodi
La merenda solidale alla Collodi
Scuola e Lavoro

Bari, a scuola di bontà con la merenda solidale

La manifestazione ha visto protagonista il Comprensivo Perone-Levi, e oggi si replica

Ieri e oggi al Comprensivo Perone-Levi a Bari i bambini sono andati a scuola di bontà. In tutti i sensi, dato che nei diversi plessi si è svolta per il quarto anno la "Merenda Solidale", un evento attraverso il quale i grandi e piccoli alunni della scuola hanno imparato il valore del dono, legato alla bontà dei biscotti avuti in cambio. A fronte di un euro, che ogni alunno ha donato, hanno infatti potuto avere dei biscotti da condividere durante la mattinata con i compagni, e un pacco da portare a casa e mangiare insieme alla famiglia. I biscotti per il secondo anno consecutivo sono stati offerti dall'azienda pugliese Divella, mentre quanto ricavato verrà poi donato ad un'associazione che verrà decisa dalla scuola in accordo con le famiglie e che si occupa di minori (lo scorso anno venne donato ad Asfa Puglia).

Nella mattinata di ieri, protagonisti sono stati i bambini della infanzia e primaria Collodi, della secondaria Levi e della scuola dell'infanzia di via Napoli. Oggi invece la merenda andrà in scena al plesso Perone, dove ci sono sezioni di infanzia e primaria. Presente alla manifestazione, coordinata dalla docente Rosa Grazioso con la supervisione della dirigente dell'istituto Donida Lopomo, lo chef Donato Carra.

«Anche quest'anno abbiamo aderito con immenso piacere all'iniziativa - sottolinea Domenico Divella, coordinatore dell'azienda - donando biscotti utili a raccogliere fondi da devolvere ad associazioni pro minori in difficoltà. Quando un bambino assapora la bontà (scusate il gioco di parole) di un piccolo grande gesto, pone le basi per una futura società non perfetta, ma sicuramente migliore».
  • Solidarietà
  • Scuola
Altri contenuti a tema
Scuola in Puglia, DDI al 100% per le superiori Scuola in Puglia, DDI al 100% per le superiori Resta la scelta tra presenza e didattica a distanza per la primaria e la secondaria di primo grado
Pericolo per l'incolumità degli alunni, chiude la scuola elementare a Bitritto (Bari) Pericolo per l'incolumità degli alunni, chiude la scuola elementare a Bitritto (Bari) Al momento sospese tutte le attività didattiche e amministrative fino al 31 gennaio e contestuale attivazione della DaD
Bari, la chiusura della scuola ha bloccato i contagi in classe Bari, la chiusura della scuola ha bloccato i contagi in classe È quanto emerge dalla analisi dei grafici realizzati dai tracciatori dell’Eic, Epidemic intelligence Center, centrale operativa della sorveglianza sanitaria del Dipartimento di prevenzione della ASL
Regione Puglia, la richiesta delle scuole: «Basta scelta ai genitori» Regione Puglia, la richiesta delle scuole: «Basta scelta ai genitori» Il presidente Emiliano e l'assessore Lopalco sarebbero orientati verso una ordinanza che faccia andare in presenza solo infanzia e primo anno della primaria
Scuola in Puglia, Emiliano proroga l'ordinanza al 16 in attesa del Dpcm Scuola in Puglia, Emiliano proroga l'ordinanza al 16 in attesa del Dpcm Incontro questa mattina con sindacati e USR, dal 18 gennaio la decisione sulla riapertura o meno legata all'area di rischio in cui sarà la regione
Bitritto (Bari), docente positivo 7 classi "obbligate" alla DDI Bitritto (Bari), docente positivo 7 classi "obbligate" alla DDI Si tratta della scuola secondaria di primo grado dell'istituto comprensivo Rita Levi Montalcini
Il Tar respinge il ricorso dei genitori in Puglia, la DDI resta valida Il Tar respinge il ricorso dei genitori in Puglia, la DDI resta valida “Le Regioni possono introdurre misure derogatorie più restrittive rispetto a quelle disposte dal Governo nazionale”
1 Scuola in Puglia, Emiliano: «Andare in presenza rischia di diventare atto di egoismo» Scuola in Puglia, Emiliano: «Andare in presenza rischia di diventare atto di egoismo» Il presidente della Regione è intervenuto in collegamento su SkyTg 24 e ha ribadito la sua posizione
© 2001-2021 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.