Un addetto alle pulizie
Un addetto alle pulizie
Scuola e Lavoro

Appalto pulizie del Ministero della Difesa, riduzione delle ore fino al 65%

Zimmari (UilTucs Puglia): «Messi in estrema difficoltà centinaia di lavoratori con una decurtazione netta di almeno un terzo del proprio reddito»

«Questo Governo, che si era presentato come portabandiera del cambiamento, si spreca quotidianamente in slogan sulla crescita economica e occupazionale del Mezzogiorno, ma purtroppo predica bene e continua a razzolare malissimo».

Lo dichiara Giuseppe Zimmari, segretario generale della UilTucs Puglia, categoria del commercio e dei servizi della Uil, commentando il nuovo appalto per i servizi di pulizia approvato dal Ministero della Difesa, che prevede, spiega Zimmari, «un taglio immediato delle ore lavorative compreso tra il 30 e il 65%».

«In un territorio come la Puglia – continua il segretario della UilTucs – dove insistono tante strutture militari o comunque dipendenti dal Ministero della Difesa, significa mettere in estrema difficoltà centinaia di lavoratori, che da un giorno all'altro si ritroveranno a fare i conti con una decurtazione netta di almeno un terzo del proprio reddito, oltre a ridurre nettamente la qualità e l'efficienza del servizio offerto. Tutto ciò è assurdo e a dir poco incomprensibile: non si può fare spending review solo e sempre sulla pelle dei lavoratori».

«Il Governo riveda subito la propria, scellerata decisione – conclude Zimmari – altrimenti attiveremo ogni iniziativa di protesta e mobilitazione a nostra disposizione per tutelare diritti e dignità di tanti lavoratori del comparto. Inoltre, coinvolgeremo subito le confederazioni regionali e nazionali affinché facciano sentire la propria voce a Roma e nelle sedi competenti».
  • Sindacati
  • Ministero
Altri contenuti a tema
Auchan-Conad, c'è l'accordo per l'esodo incentivato. Neglia: «Ora le ricollocazioni» Auchan-Conad, c'è l'accordo per l'esodo incentivato. Neglia: «Ora le ricollocazioni» Il concordato riguarda i punti vendita di Casamassima e Taranto, i sindacati: «I licenziamenti vanno evitati ad ogni costo»
Ex Auchan di Modugno (Bari), scontro sindacati/azienda che minaccia vie legali Ex Auchan di Modugno (Bari), scontro sindacati/azienda che minaccia vie legali Nulla di fatto dall'incontro tenutosi ieri in Regione, da lunedì parte la cassa integrazione per i dipendenti
Conad dice addio all'Auchan di Modugno, ceduto a terzi Conad dice addio all'Auchan di Modugno, ceduto a terzi L'azienda avrebbe concluso la trattativa in queste ore, i sindacati chiedono un incontro
H&M a Bari, uno spiraglio di speranza dall'incontro tra sindacati e azienda H&M a Bari, uno spiraglio di speranza dall'incontro tra sindacati e azienda Si discute tra Comune e proprietà dell'immobile sui costi di affitto, rischiano il posto oltre 50 dipendenti
Incontro tra H&M e i sindacati, nulla di fatto per il negozio di Bari Incontro tra H&M e i sindacati, nulla di fatto per il negozio di Bari Confermata la volontà della chiusura del punto vendita, UilTucs: «L’azienda è rimasta sul vago, mettendo sul tavolo solo ipotesi»
1 H&M a Bari, la protesta dei dipendenti corre via social H&M a Bari, la protesta dei dipendenti corre via social E intanto spuntano voci secondo cui al posto del colosso svedese potrebbero arrivare Primark o Decathlon
Conad-Auchan in Puglia, cassa integrazione per oltre 400 lavoratori Conad-Auchan in Puglia, cassa integrazione per oltre 400 lavoratori La Regione Puglia ha garantito che verranno messe in atto politiche attive del lavoro per favorire la stabilità occupazionale
Bari, da oggi c'è silenzio nella zona industriale, ferme tutte le grandi aziende Bari, da oggi c'è silenzio nella zona industriale, ferme tutte le grandi aziende Falcetta (Uilm): «Resta il nodo legato a tante e piccole medie imprese del territorio provinciale»
© 2001-2020 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.