I Carabinieri
I Carabinieri
Cronaca

Sparatoria a Sannicandro di Bari, due fermi. Anche un minore

Si tratta di una 36enne e di un 16enne: su di lui è stata eseguita anche la prova dello stub. Entrambi sono in carcere

Un'indagine lampo dopo un agguato avvenuto di fronte al Municipio di Sannicandro di Bari, in piazza Unità d'Italia, dove Angelo Michele Di Turi, 22enne del posto, è rimasto ferito al torace da alcuni colpi di pistola. In mattinata, infatti, i Carabinieri hanno fermato i due presunti responsabili del raid, una 36enne e un 16enne.

I militari della Compagnia di Modugno, infatti, sotto il coordinamento della Procura della Repubblica di Bari, hanno sottoposto a fermo di indiziato di delitto i due, accusati dei reati di tentato omicidio e di detenzione e porto abusivo d'arma da sparo. Non solo: sul minore è stata anche svolta la prova dello stub per il prelievo dei residui dell'esplosione della polvere da sparo, mentre le indagini, che non escludono nessuna pista investigativa, proseguono per risalire all'esatto movente.

I fatti sono avvenuti nella serata di ieri, in pieno centro abitato: il giovane, noto alle forze dell'ordine per qualche precedente specifico di polizia collegato a reati in materia di detenzione e di spaccio di sostanze stupefacenti, era fermo proprio davanti al Monumento dei Caduti, quando è rimasto gravemente ferito. Sarebbero almeno due i colpi uditi dai passanti: tanti quelli esplosi da un individuo a volto scoperto secondo le prime ipotesi sceso da un'auto e poi fuggito a gran velocità.

Soccorso dal 118, è stato trasportato in codice rosso al Policlinico di Bari, dove i medici hanno dovuto effettuare un intervento chirurgico d'urgenza per la messa in sicurezza del torace e l'estrazione dei proiettili. I due presunti responsabili, invece, sono finiti in carcere: la 36enne a Trani, il 16enne all'istituto Fornelli di Bari.
  • Arresti Bari
Altri contenuti a tema
Estorsioni nel porticciolo di Santo Spirito, quattro arresti. I NOMI Estorsioni nel porticciolo di Santo Spirito, quattro arresti. I NOMI Il piazzale di alaggio demaniale trasformato in un parcheggio abusivo, a capo del "sistema" il 52enne Domenico Sidella
Armi e droga, scovato un arsenale. Quattro baresi arrestati a Triggiano Armi e droga, scovato un arsenale. Quattro baresi arrestati a Triggiano Quattro pistole, munizioni, hashish e cocaina. Il controllo dei Carabinieri avviato in strada e proseguito in casa
Gli spari in strada al Libertà, i colpi entrarono in casa: in carcere un 19enne Gli spari in strada al Libertà, i colpi entrarono in casa: in carcere un 19enne Ignazio Raggi è considerato l'autore dei colpi di pistola esplosi sulla serranda di un'abitazione, in via Indipendenza
© 2001-2024 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.