scuola post covid
scuola post covid
Scuola e Lavoro

Scuola in Puglia, oltre 5mila le cattedre vacanti

La denuncia di Uil dopo la comunicazione della mobilità avvenuta ieri

"Le nostre previsioni erano corrette, altro che allarmismo".

Il segretario generale della UIL Scuola Puglia, Gianni Verga, commenta così il risultato della mobilità docenti, pubblicato questa mattina. In Puglia sono 5.172 le cattedre vacanti per il prossimo anno scolastico, di cui 1.195 sul sostegno.

"Con le modalità di assunzione previste nel decreto sostegni bis – spiega Verga - che non ha tenuto fede alle nostre richieste, considerato il numero di aspiranti presenti nelle graduatorie, non si riusciranno a coprire tutti i posti vacanti. I numeri sono allarmanti: 1.768 (di cui 439 sostegno) in provincia di Bari/Bat, 677 Brindisi (di cui 183 sostegno), 1.093 Foggia (di cui 255 sostegno), 566 Lecce (di cui 85 sostegno) e 1.068 Taranto (di cui 233 sostegno). Naturalmente, questi numeri creano non poche difficoltà e destabilizzano il sistema scolastico pugliese, che nell'anno scolastico che si sta concludendo in questi giorni ha dovuto far fronte a numerose criticità dettate dalla pandemia in atto".

"Alla scuola non servono provvedimenti tampone, ma occorrono investimenti strutturali, per dare stabilità all'intero sistema e per evitare le centinaia di classi pollaio presenti in Puglia. Vanno assunte, con estrema urgenza, le modifiche al decreto. Sul punto la Uil Scuola è stata chiara, conclude Verga: i due requisiti dell'abilitazione e dei tre anni di servizio non possono rappresentare l'unico criterio da adottare. Devono essere utilizzati disgiuntamente, se si vuole assumere veramente e se si vogliono coprire tutti i posti, altrimenti saremo indotti a pensare che detti requisiti servono a risparmiare, ancora una volta, sul sistema d'istruzione, già fortemente penalizzato nell'ultimo decennio da tagli verticali e usato puntualmente come cassa di risparmio per altre misure".
  • Scuola
Altri contenuti a tema
Puglia, approvato piano regionale per il diritto allo studio: 9 milioni di euro per garantire servizi essenziali Puglia, approvato piano regionale per il diritto allo studio: 9 milioni di euro per garantire servizi essenziali Contributi anche per il servizio mensa e il trasporto scolastico
Chiusura scuola "Del Prete", via allo sgombero delle aule Chiusura scuola "Del Prete", via allo sgombero delle aule Protestano i comitati che lottano per mantenerla aperta: Salviamola, prima che sia troppo tardi
Rientro a scuola, in Puglia non vaccinati 6.809 insegnanti e 235.521 ragazzi Rientro a scuola, in Puglia non vaccinati 6.809 insegnanti e 235.521 ragazzi Il sottosegretario Sasso: «Green pass non ipotizzabile», Amati: «Così dobbiamo aprire le scuole?»
Rientro in classe in Puglia, Leo: «Garantiti autobus in caso di ingressi scaglionati» Rientro in classe in Puglia, Leo: «Garantiti autobus in caso di ingressi scaglionati» L'assessore è intervenuto durante il il Tavolo Permanente Regionale per l’avvio dell’anno scolastico
Puglia, tavolo per l'avvio delle lezioni. ANP: "Ritorno in classe al 100% ma occorrono regole chiare" Puglia, tavolo per l'avvio delle lezioni. ANP: "Ritorno in classe al 100% ma occorrono regole chiare" L'associazione nazionale presidi: "No alla scelta delle famiglie, sì alle regole fissate dalle scuole con il rispetto dell'obbligo di frequenza per il contingente che sarà scelto per la presenza"
Scuola Del Prete, primario: «Fermare il trasloco delle classi» Scuola Del Prete, primario: «Fermare il trasloco delle classi» Animata assemblea nel pomeriggio di ieri, presente il consigliere Bronzini "attaccato" da genitori e cittadini
Scuola in Puglia, i danni della DaD: calo degli apprendimenti e dispersione scolastica Scuola in Puglia, i danni della DaD: calo degli apprendimenti e dispersione scolastica È quanto emerge dal rapporto INVALSI 2021, gravi le lacune dei ragazzi del quinto anno delle superiori
"Salviamo la scuola Carlo Del Prete", giovedì assemblea pubblica a Bari "Salviamo la scuola Carlo Del Prete", giovedì assemblea pubblica a Bari La raccolta firme intanto ha raggiunto le mille sottoscrizioni, tra i quali Nicola Laforgia, Maria Chironna e Corrado Petrocelli
© 2001-2021 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.