I colori sopra il grigio: così 20 ragazzi hanno “riacceso” i muri del Centro Colli Grisoni
I colori sopra il grigio: così 20 ragazzi hanno “riacceso” i muri del Centro Colli Grisoni
Vita di città

I colori sopra il grigio: così 20 ragazzi hanno “riacceso” i muri del Centro Colli Grisoni

A Bari il progetto "Extramurale-s": la cura passa anche attraverso la creatività

Un arcobaleno di colori sopra il grigio. Così i muri esterni del Centro "Colli Grisoni", da spenti e grigi che erano, si sono "riaccesi" grazie alla creatività di venti ragazzi e ragazze, utenti e non, tutti di età compresa fra i 12 e i 17 anni.

E' il risultato del progetto "Extramurale-s – Per uscire dalle proprie mura mentali e strutturali", culminato nell'evento conclusivo di oggi pomeriggio, al quale hanno preso parte gli autori dei murales e le famiglie assieme al direttore generale ASL Bari, Antonio Sanguedolce, al responsabile del Centro Autismo, Cesare Porcelli, e agli operatori della Neuropsichiatria dell'Infanzia e dell'Adolescenza-Centro Autismo, con l'intervento del Garante regionale dei diritti delle persone con disabilità, Antonio Gianpietro, del delegato del Sindaco metropolitano per le disabilità, Vito Spadavecchia, e del presidente della commissione Welfare del Comune di Bari, Domenico Scaramuzzi.

Il progetto ha riguardato ragazzi e ragazze con disturbi del neurosviluppo, coinvolti assieme ad amici e familiari scelti dagli stessi minori, con l'obiettivo di integrare gli aspetti più propriamente medici e quelli relazionali della cura: rendere il luogo di cura più accogliente, colorato e improntato alla "ricerca del bello". Nello stesso tempo conferendo un tocco finale, decisamente variopinto, alle aree esterne e al giardino del Centro "Colli Grisoni", struttura riabilitativa di mille metri quadri riqualificata e inaugurata dalla ASL Bari pochi mesi fa.

«L'iniziativa - commenta il direttore generale Antonio Sanguedolce – ha lasciato un segno visibile non solo sui muri, ma soprattutto nella vita dei nostri giovani "artisti", grazie alla scoperta dei talenti che questi adolescenti portano dentro di sé e che hanno solo bisogno di essere "liberati"».

«I ragazzi – spiega il dott. Porcelli - sono stati presi per mano e accompagnati all'interno di un progetto in cui hanno avuto modo di svolgere le attività insieme ad amici e/o compagni di scuola. Obiettivo principale dell'intervento è stato quello di creare uno spazio di inclusione finalizzato all'esecuzione di attività ludico-ricreative, recuperando allo stesso tempo il decoro dei muri esterni, la capacità di interpretare, attraverso il disegno, la visione del mondo che ci circonda e la condivisione di momenti di socialità così importanti nel percorso riabilitativo-terapeutico».

L'intero progetto, reso possibile dall'intervento di un'azienda privata che ha fornito gratuitamente materiali e colori, è stato pensato e strutturato dagli educatori professionali della NPIA, e con il contributo di Marco Di Domizio, pittore decoratore che, insieme agli operatori sanitari, hanno gestito le diverse fasi della realizzazione dei murales: dalla scelta del tema da sviluppare, alla progettazione dei disegni su carta sino alla trasposizione sui muri.
5 fotoI colori sopra il grigio: così 20 ragazzi hanno “riacceso” i muri del Centro Colli Grisoni
I colori sopra il grigio: così 20 ragazzi hanno “riacceso” i muri del Centro Colli GrisoniI colori sopra il grigio: così 20 ragazzi hanno “riacceso” i muri del Centro Colli GrisoniI colori sopra il grigio: così 20 ragazzi hanno “riacceso” i muri del Centro Colli GrisoniI colori sopra il grigio: così 20 ragazzi hanno “riacceso” i muri del Centro Colli GrisoniI colori sopra il grigio: così 20 ragazzi hanno “riacceso” i muri del Centro Colli Grisoni
  • Asl Bari
Altri contenuti a tema
Infermiera 118 aggredita da una paziente nel pronto soccorso dell’ospedale di Putignano Infermiera 118 aggredita da una paziente nel pronto soccorso dell’ospedale di Putignano L'ASL Bari condanna fermamente l'accaduto ed esprime solidarietà all'infermiere
Interventi sanitari per soggetti fragili, presentato a Bari il programma Interventi sanitari per soggetti fragili, presentato a Bari il programma L'iniziativa dell'ASL e del dipartimento di Giurisprudenza dell'Università "Aldo Moro"
Un nuovo centro Screening con mammografo digitale 3D nel cuore di Bari Un nuovo centro Screening con mammografo digitale 3D nel cuore di Bari Sarà a disposizione di 10mila donne residenti nei quartieri Madonnella, Libertà, Bari Murat e Città vecchia
Supporto psicologico per gli agenti della polizia penitenziaria nel carcere di Bari Supporto psicologico per gli agenti della polizia penitenziaria nel carcere di Bari La ASL ha rinnovato il progetto a sostegno del personale spesso colpito da stress lavoro-correlato
Problemi costanti al CUP di Santo Spirito, Picaro rassicura l'utenza Problemi costanti al CUP di Santo Spirito, Picaro rassicura l'utenza Interlocuzione del consigliere regionale con il direttore ASL Sanguedolce
ASL Bari e Teatro pubblico pugliese insieme per un progetto sul GAP ASL Bari e Teatro pubblico pugliese insieme per un progetto sul GAP La presentazione avverrà alle ore 10 di questa mattina
Asl Bari, screening oncologici: mammografie quasi raddoppiate in un anno Asl Bari, screening oncologici: mammografie quasi raddoppiate in un anno Il 2023 si è concluso con una straordinaria performance nei programmi di prevenzione
ASL Bari, rimosso un liposarcoma ad origine dal retroperitoneo ASL Bari, rimosso un liposarcoma ad origine dal retroperitoneo Intervento dell'équipe di Chirurgia Generale ad indirizzo oncologico diretta dal dottor Aurelio Costa su una donna di 66 anni
© 2001-2024 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.