Palazzo di città Bari
Palazzo di città Bari
Enti locali

Bando Anci per la valorizzazione e l'impiego dei giovani, il Comune di Bari cerca proposte progettuali

Online sul sito istituzionale l’avviso pubblico esplorativo per la manifestazione di interesse. Dotazione fino a 200mila euro

La ripartizione Politiche educative, giovanili e del lavoro rende noto che è stato pubblicato sul sito istituzionale del Comune, a questo link, l'avviso pubblico esplorativo per la manifestazione di interesse a presentare proposte progettuali in co-progettazione con il Comune di Bari, a valere sul bando "LINK! Connettiamo i giovani al futuro", promosso da Anci e co-finanziato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri - Dipartimento per le politiche giovanili e del Servizio civile universale a valere sul "Fondo per le politiche giovanili 2020-2021".

L'avviso, indirizzato ad associazioni, in particolare giovanili, in forma singola o in rete con altre associazioni e/o enti pubblici e privati, mira a individuare proposte progettuali per l'emersione e la riattivazione dei giovani NEET (acronimo di "not in education, employment or training") al fine di stimolare la creazione di nuove soluzioni e paradigmi di intervento a livello locale per rafforzare i percorsi di transizione scuola-lavoro e rispondere, in particolare, ai bisogni e alle esigenze dei giovani oltre che per valorizzare la presenza delle nuove generazioni sul territorio.

«Con questo avviso chiediamo alle associazioni interessate di scrivere insieme a noi un progetto rivolto all'inclusione di ragazzi e ragazze che non studiano né lavorano – commenta Paola Romano - per impegnarli sui temi di grande rilevanza, con particolare attenzione all'innovazione digitale, alla sostenibilità ambientale e all'universo del volontariato. Per questo ci rivolgiamo alle realtà associative del territorio, perché sappiamo che esistono le competenze e le idee utili a coinvolgere i giovani che hanno perso interesse per ciò che li circonda: è una sfida di importanza fondamentale per il futuro della nostra comunità, che ci chiama a mettere in campo le migliori energie e le menti più brillanti con l'obiettivo di contrastare questo fenomeno allarmante, che nel Mezzogiorno d'Italia riguarda il 32% dei giovani di età compresa tra i 14 e i 34 anni, e sale al 66% tra le donne di età compresa tra i 30 e i 34 anni. La candidatura del Comune di Bari sarà valutata da una commissione nazionale che, al termine di una selezione delle proposte pervenute, individuerà i progetti vincitori assegnando a ciascuno una dotazione finanziaria fino a un massimo di 200mila euro».

I beneficiari delle proposte progettuali sono i giovani di età compresa tra i 14 e i 35 anni, i cosiddetti NEET, ossia soggetti non occupati né inseriti in percorsi formativi, con residenza a Bari e presso i Comuni della Città Metropolitana.

Non saranno accolte proposte che prevedano azioni esclusivamente promosse presso i Comuni della Città Metropolitana di Bari senza il coinvolgimento di beneficiari residenti nel capoluogo.

I progetti presentati dovranno avere una durata massima di 15 mesi e potranno prevedere attività negli ambiti della formazione, educazione, orientamento, lavoro, sviluppo delle competenze e dei talenti, partecipazione attiva e servizio civile universale.

Fra le azioni il Comune di Bari individua all'art. 6 le aree di intervento premiali.

Le tipologie di spese ammissibili e i criteri di selezione sono specificati nel bando.

La domanda di partecipazione, redatta esclusivamente utilizzando la modulistica allegata al bando, dovrà avere come oggetto "Avviso pubblico LINK! Connettiamo i giovani al futuro" e dovrà essere inviata entro le ore 12 del prossimo 1 febbraio tramite PEC all'indirizzo peg.comunebari@pec.rupar.puglia.it.

Per informazioni sull'avviso e sulla procedura di presentazione delle proposte progettuali, gli interessati potranno formulare le proprie richieste di chiarimento al seguente indirizzo avvisopubblicolink@comune.bari.it.
  • Paola Romano
Altri contenuti a tema
Bari innovazione sociale, al Libertà percorsi formativi e laboratori per 60 ragazzi Bari innovazione sociale, al Libertà percorsi formativi e laboratori per 60 ragazzi Prevista la possibilità di stage in azienda o di creazione di impresa e un'esperienza di elaborazione civica
Lavori alla scuola Regina Margherita, gli alunni trasferiti al plesso Balilla Lavori alla scuola Regina Margherita, gli alunni trasferiti al plesso Balilla C'è l'ok della giunta comunale alla collocazione in via temporanea degli studenti
Giornata della memoria, Bari ricorda Filippo D’Agostino e Giuseppe Zannini Giornata della memoria, Bari ricorda Filippo D’Agostino e Giuseppe Zannini A Spazio Murat scoperta una targa con una frase di Bertolt Brecht che commemora le vittime omosessuali
Attività socio-culturali nelle scuole di Bari, finanziati 57 progetti Attività socio-culturali nelle scuole di Bari, finanziati 57 progetti In arrivo dal Comune fondi per oltre 270mila euro
Borse di studio del Comune di Bari per studenti e laureati, pubblicato l'elenco vincitori Borse di studio del Comune di Bari per studenti e laureati, pubblicato l'elenco vincitori Romano: «Nei prossimi giorni saranno effettuati i mandati di pagamento»
Accademia del cinema ragazzi, dal Comune di Bari arriva contributo di 30mila euro Accademia del cinema ragazzi, dal Comune di Bari arriva contributo di 30mila euro Servirà per la realizzazione delle attività didattico-formative nel biennio 2022/23
Pnrr, a Bari arrivano un micronido e una fattoria sociale nelle ville confiscate alla mafia Pnrr, a Bari arrivano un micronido e una fattoria sociale nelle ville confiscate alla mafia Si tratta di due immobili, a San Giorgio e a Ceglie del campo, sottratti ai boss Parisi e Di Cosola
"No al bullismo", ecco il progetto dedicato alle scuole primarie di Bari "No al bullismo", ecco il progetto dedicato alle scuole primarie di Bari Un'iniziativa della commissione consiliare Cultura e dell'assessorato alle Politiche educative
© 2001-2023 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.