urban center bari
urban center bari
Vita di città

Urban Center di Bari, la Regione finanzia il potenziamento delle attività

Il progetto, vincitore di "Puglia Partecipa", ha come obiettivo trasformare il centro in un laboratorio permanente di cittadinanza attiva

Il progetto per il potenziamento delle attività partecipative dell'Urban Center volte a trasformarlo definitivamente in un laboratorio permanente di cittadinanza attiva è risultato tra i vincitori del bando regionale "Puglia Partecipa", che finanzia processi partecipativi sul territorio pugliese.

La proposta, finanziata con 20mila euro e cofinanziata con 5.000 euro di fondi del civico bilancio, riguarda nel dettaglio la costruzione e l'implementazione di un percorso partecipativo che tenga insieme i processi condivisi di decisione e azione in atto e la riflessione sugli stessi processi, sancendo il ruolo dell'Urban Center come Casa della partecipazione comunale. Con il percorso partecipativo proposto, della durata di sei mesi, l'amministrazione comunale si pone l'obiettivo di rafforzare l'approccio "dal basso" alle politiche urbane, consolidando l'attività sviluppata in via sperimentale negli ultimi anni. L'individuazione di un luogo accessibile e aperto al dialogo risponde alla necessità di operare con maggiore trasparenza e consapevolezza sui temi di interesse pubblico, costruendo conoscenze, visioni, strategie e progetti condivisi e contrastando la disinformazione che spesso è causa del crescente senso di sfiducia verso le istituzioni.

Partendo dalle sperimentazioni già avviate sul territorio comunale nell'ambito della partecipazione e cura dei beni comuni, il processo prevede le seguenti attività:
· ricognizione dei processi partecipativi finora attivati nell'ambito di differenti piani e progetti nel campo delle politiche urbane, al fine di costruire un quadro di riferimento dei bisogni e delle istanze dei cittadini
· coordinamento e integrazione tra i percorsi partecipativi inerenti la pianificazione urbanistica, la rigenerazione urbana e la cura condivisa degli spazi pubblici attualmente in corso mediante incontri pubblici periodici di informazione, ascolto e confronto in grado di raccontare il cambiamento urbano all'interno di una cornice unitaria
· raccolta sistematica delle istanze di partecipazione provenienti dai diversi settori dell'amministrazione e dalla cittadinanza attiva, rispetto alle quali saranno valutate le condizioni di fattibilità e le forme più idonee di partecipazione per renderle il più possibile inclusive e coerenti
· attivazione di pratiche di gestione e cura condivisa degli spazi dell'Urban Center e programmazione partecipata delle attività con tutti i soggetti aderenti alla manifestazione di interesse
· organizzazione e progettazione di momenti di riflessione condivisa/monitoraggio partecipato di tutte le attività.

La proposta finanziata rientra in un percorso attivato nel 2018 attraverso una manifestazione di interesse, pubblicata dall'assessorato all'Urbanistica, a cui hanno aderito 64 realtà associative locali che stanno portando avanti, insieme all'amministrazione comunale, la costruzione condivisa del programma delle attività.
  • Regione Puglia
  • urban center
Altri contenuti a tema
Economia circolare e progettazione sostenibile, se ne parla in Fiera Economia circolare e progettazione sostenibile, se ne parla in Fiera Ieri il workshop sul tema dell'eco-design. Laforgia (Regione Puglia): «Chiave è ridurre consumo delle materie prime attraverso il riuso»
Regione Puglia, la maggioranza di centrosinistra: «Sostegno alla candidatura di Emiliano» Regione Puglia, la maggioranza di centrosinistra: «Sostegno alla candidatura di Emiliano» L'endorsement per il governatore uscente: «Giudizio positivo sulle primarie. Leo Di Gioia? Trovare un accordo politico»
"Il cibo è vita, non sprecarlo!" ecco lo spot con Solfrizzi e Stornaiolo "Il cibo è vita, non sprecarlo!" ecco lo spot con Solfrizzi e Stornaiolo Il duo comico barese protagonista di un progetto della Regione contro gli sprechi alimentari
Legge contro l'omofobia bloccata da due anni, il Bari pride rifiuta il patrocinio della Regione Legge contro l'omofobia bloccata da due anni, il Bari pride rifiuta il patrocinio della Regione Il coordinamento della manifestazione in programma il 29 giugno attacca: «Nessun sostegno alle nostre rivendicazioni è possibile se manca volontà di realizzarle»
"Pugliapartecipa", buoni risultati per il bando riservato a Comuni e associazioni "Pugliapartecipa", buoni risultati per il bando riservato a Comuni e associazioni Emiliano: "Frutto della legge sulla partecipazione". Ora la fase delle selezioni
Gelate del 2018 in Puglia, il ministro Centinaio firma l'accesso ai fondi per le aziende colpite Gelate del 2018 in Puglia, il ministro Centinaio firma l'accesso ai fondi per le aziende colpite L'assessore regionale Di Gioia: «Agricoltori potranno beneficiare degli esoneri previdenziali». Confagricoltura: «Vinta nostra battaglia»
Regione Puglia, i consiglieri M5S vogliono sfiduciare Emiliano Regione Puglia, i consiglieri M5S vogliono sfiduciare Emiliano I pentastellati presenteranno domani la mozione, necessarie le firme di un quinto dei componenti del consiglio
La Corte Costituzionale dà ragione alla Puglia sull'obbligo vaccinale La Corte Costituzionale dà ragione alla Puglia sull'obbligo vaccinale La legge relativa agli operatori sanitari ha, secondo quanto stabilito: «Lo scopo di prevenire e proteggere la salute di chi frequenta i luoghi di cura»
© 2001-2019 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.