il prelievo della sacra manna di san nicola
il prelievo della sacra manna di san nicola

Le ossa di San Nicola "sudano", in basilica si rinnova il miracolo della sacra manna

Cerimonia religiosa nel pomeriggio di oggi presieduta dal vescovo Giuseppe Satriano alla presenza delle autorità

La festa patronale di Bari volge al termine, con il rituale finale: si è rinnovato il miracolo di San Nicola. Nel pomeriggio di oggi è stata celebrata la santa messa dal vescovo Giuseppe Satriano, e al termine della cerimonia c'è stato il prelievo della Santa Manna, il miracoloso liquido "sudato" dalle ossa di San Nicola.
il prelievo della sacra manna di san nicolail prelievo della sacra manna di san nicolail prelievo della sacra manna di san nicolail prelievo della sacra manna di san nicolail prelievo della sacra manna di san nicola
Presenti le autorità civili e militari, tra cui il sindaco di Bari, Antonio Decaro, il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano e il comandante della polizia locale Michele Palumbo. Scroscianti applausi quando padre Giovanni Distante, rettore della basilica pontificia di San Nicola, ha prelevato la sacra manna dalle ossa del santo, che riposano nella cripta, per offrire l'ampolla al vescovo.

Di seguito il testo dell'omelia pronunciata da monsignor Satriano durante la funzione religiosa:

Ci ritroviamo insieme come Città a rivivere il giorno festoso della traslazione del corpo di San Nicola, evento glorioso che segnò per sempre la storia della nostra terra. Come ogni anno registriamo l'affetto commosso di tanti pellegrini che da più parti giungono a Bari per rendere omaggio al Santo.

La meravigliosa festa che stiamo vivendo è illuminata dalla Parola del Signore che sempre orienta il cammino di tutti noi donando vigore al cuore di ciascuno.

"Il pane che io darò è la mia carne per la vita del mondo", afferma Gesù dopo aver detto che lui è il pane della vita.

Siamo nel capitolo 6 di San Giovanni e Gesù sta cercando di condurre i suoi uditori a comprendere che è lui il pane che non perisce, a differenza della manna che i padri del popolo d'Israele avevano consumato durante l'esodo dall'Egitto alla terra promessa.

In Cristo, e solo in Lui, è possibile la vita che dura nel tempo; in Lui l'esistenza si apre a quella relazione filiale col Padre che apre il nostro presente all'eternità. È Lui il pane che sfama e dona pienezza ai giorni.

Mangiare di questo pane è intraprendere un viaggio trasfigurante che rende la vita capace di conformarsi a quello che è stato assunto e assimilato.

L'uomo diventa ciò che mangia, o meglio, ciò che ama. Il Figlio di Dio ci ha amati fino a essere divorato dal suo amore per noi e diventare Figlio dell'Uomo; noi, amando e mangiando Lui, diventiamo come Lui, figli di Dio.

È nell'eucaristia che la nostra vita si conforma a quella del Cristo e ritrova la paternità di Dio.

È nell'eucaristia che diveniamo figli nel Figlio, in comunione con il Padre, con i fratelli e tutto il creato.

In questa relazione filiale di amore vissuta con accurato e generoso trasporto, la vita di San Nicola ha avuto la sua trasfigurazione divenendo segno tangibile di misericordia e tenerezza, nutrimento di speranza per la sua gente e per quanti, sino ai nostri giorni lo invocano con cuore sincero e retta fede.

"Il pane che io darò è la mia carne per la vita del mondo". Conformato a Cristo mediante il pane eucaristico, Nicola è divenuto eucaristia, carne profusa per il mondo a Lui affidato. I tanti miracoli a lui attribuiti altro non sono che il frutto maturo di un'esistenza generosa, sempre protesa verso i bisogni, le necessità, spirituali e materiali della sua gente.

La sua vita si è fatta premura, attenzione, cura, condivisione, solidarietà per tutti. La sua azione di maestro e pastore non disdegnò di lasciarsi coinvolgere nei problemi sociali dove la dignità delle persone era spesso messa in pericolo.

Quanto San Nicola ha vissuto e operato non deve mai esser interpretato come il prestigio di un uomo rivestito di poteri sovraumani, ma deve portarci a considerare il vero nucleo generativo della sua vita straordinaria: Cristo Gesù.

In tale linea, quasi a perpetuare nel tempo la sua prossimità al popolo di Dio, il suo corpo continua a generare il segno della manna. Se da un lato la manna ci rassicura della sua vicinanza amorevole, dall'altro è forte monito a guardare al Santo come modello di vita che, con purezza e trasparenza interiore, ci invita a camminare con ritrovato vigore incontro a Cristo.

La sua misericordia verso i più deboli e bisognosi non tradì mai il suo radicamento evangelico nei confronti dei potenti e dei prepotenti del tempo, attestando fermezza nel tratto.

Nel rivivere il giorno festoso della traslazione delle reliquie di San Nicola da Myra a Bari, non possiamo non pregare per la comunione tra Oriente e Occidente, ma anche per le divisioni che ancora accecano la vita di questa umanità ferita e peccatrice. Sentiamo forte e struggente il richiamo di una vita che sia segnata dalla pace e dalla riconciliazione.

Mentre attendiamo il miracolo della manna, imploriamo il miracolo della pace. Come ci invitava papa Francesco, nella sua visita a Bari del 2020, "preghiamo il Signore affinché muova i cuori e tutti possano superare la logica dello scontro, dell'odio e della vendetta per riscoprirsi fratelli, figli di un solo Padre, che fa sorgere il sole sui buoni e sui cattivi (cfr Mt 5,45)".

Nutriti dell'unico pane di vita e sull'esempio del grande taumaturgo, lasciamoci guarire dalle ferite del peccato.

Evitiamo che la ritualità e il folklore della festa ci facciano perdere di vista la sostanza di una vita che necessita di un impegno personale. Reciprocità e fraternità sono i fondamenti che San Nicola ci addita per fare grande la nostra Città.

Molte sono le sfide che ci attendono per rendere Bari un faro sempre più luminoso in questa regione e nell'Italia intera.

L'operosità della nostra Chiesa e l'impegno di tanti cittadini non venga mai meno affinché la nostra storia sia un'avventura fatta di inclusività, accoglienza e integrazione.

Sono onorato di essere il vostro Vescovo. A voi lego la mia vita, il mio cuore, desiderando camminare insieme per realizzare orizzonti ricchi di speranza e di bene per tutti.

Per intercessione di San Nicola, il Signore benedica la nostra Città, le nostre famiglie; accarezzi col suo sguardo i più bisognosi e a tutti doni pace.
  • basilica di san nicola
  • Festa San Nicola
  • San Nicola
Altri contenuti a tema
Fiera di San Nicola 2024: c'è l'avviso per la concessione dei posteggi per prodotti alimentari e artigianali Fiera di San Nicola 2024: c'è l'avviso per la concessione dei posteggi per prodotti alimentari e artigianali Le domande dovranno essere effettuate online sulla nuova piattaforma del settore attività produttive
Davanti alla Basilica di San Nicola la Motobenedizione 2024 Davanti alla Basilica di San Nicola la Motobenedizione 2024 Variazioni al traffico per consentire lo svolgimento dell'evento
Fede, ritualità, tradizione. Bari in festa per San Nicola - FOTO Fede, ritualità, tradizione. Bari in festa per San Nicola - FOTO Questa mattina, 6 dicembre, la tradizionale messa all'alba all'interno della Basilica
San Nicola, il programma del 6 dicembre a Bari San Nicola, il programma del 6 dicembre a Bari Alle 4.00 l'apertura della Basilica
Bari, a Palazzo di Città la X edizione de “Le strade di San Nicola” Bari, a Palazzo di Città la X edizione de “Le strade di San Nicola” Presentato lo spettacolo benefico in programma l’8 dicembre al Petruzzelli
Torre a Mare celebra San Nicola, la processione nelle vie del quartiere Torre a Mare celebra San Nicola, la processione nelle vie del quartiere Domani lo spettacolo di Uccio De Sanctis, martedì spaghettata di comunità
Festa patronale di San Nicola a Torre a Mare, il programma e le limitazioni al traffico Festa patronale di San Nicola a Torre a Mare, il programma e le limitazioni al traffico Le celebrazioni sono in corso e proseguiranno fino a martedì 8 agosto. Il 6 e 7 gli eventi clou
Cinque anni fa la preghiera per la pace di Papa Francesco a Bari, il 7 luglio l'anniversario Cinque anni fa la preghiera per la pace di Papa Francesco a Bari, il 7 luglio l'anniversario Il ricordo di padre Giovanni Distante: «Evento di importanza storica, che riunì tutte le chiese della cristianità»
© 2001-2024 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.