conferenza stampa forza italia
conferenza stampa forza italia
Politica

Elezioni Bari, l'onorevole Sisto attacca Di Rella: «Un candidato inesistente»

Il coordinatore provinciale di Forza Italia: «I "portatori di voti" si sono accasati altrove. Noi abbiamo dato la precedenza alle donne»

Terminate le elezioni amministrative che hanno acclamato Antonio Decaro sindaco di Bari con il 66% dei voti e hanno premiato il centrosinistra, per la compagine di centrodestra, uscita pesantemente sconfitta dalle urne, è tempo di fare i conti con la delusione. E con i veleni.

A lanciare il j'accuse è l'onorevole Francesco Paolo Sisto, coordinatore di Forza Italia per la Città metropolitana di Bari. Sisto attacca Di Rella e la sua conduzione della campagna elettorale: «Volevamo il candidato unitario, e c'eravamo riusciti con il prof. Filograno. Poi qualcuno lo ha fatto saltare con pretesti vari, e le primarie sono state inevitabili, scegliendo il civico che poi le ha vinte, e alla grande. Quello stesso civico che poi, inspiegabilmente - per ora- è sparito, lasciando a Decaro il palcoscenico per monologhi senza limiti e copione, letali per una competizione in cui "comunicare è essere". Ma la sorpresa più amara di questo candidato sindaco "ombra di se stesso" sono state le liste: dai trionfali propositi e previsioni , al desolante flop di consensi e appeal. Un disastro, non annunciato. Il "fenomeno Di Rella" - incalza ancora l'onorevole - ha avuto un evidente effetto depressivo sulla intera coalizione di centrodestra. La Lega che ha ottenuto il 26% circa alle europee, si è fermata a poco più del 9% a Bari; Forza Italia, analogamente, dall' 11% circa a poco meno del 4%. La mancata presenza del competitor di Antonio Decaro ha avuto efficienza causale primaria in tale differenza, altrimenti inspiegabile».

Si sarebbe potuto fare diversamente? Per Sisto la risposta è sì: «Decaro ha vinto, e i meriti all'avversario vanno riconosciuti. Ma il ballottaggio con un candidato sindaco vero, sarebbe stato naturale, e la partita non sarebbe stata la stessa. Bari , in Italia, è la quarantottesima città , su 52, per qualità della vita. Il 65% dei votanti non se n'è accorto?».

Poche colpe, invece, Sisto attribuisce a Forza Italia, che negli ultimi anni ha visto i suoi rappresentanti baresi migrare verso altre realtà del centrodestra, o addirittura spostarsi a sinistra. «Nessun professionista della politica ha popolato la lista, più donne che uomini, esponenti delle categorie più variegate, dal mondo del diritto al commercio, alla scuola, all'intrattenimento - continua Sisto. Basti prendere atto che i primi classificati sono tre avvocati, stimati, come Antonio Ciaula, Giuseppe Carrieri, Giuseppe Mari. I "portatori di voti" della Forza Italia del 2014 si sono accasati, nel tempo e con passaggi spesso plurimi, altrove: Lega (Picaro, Romito, Viggiano), Fratelli d'Italia (Finocchio), addirittura alcuni a sinistra (De Martino) o "fuori sacco" (Melini). Senza dimenticare le vicende di Massimo Cassano, già senatore di Forza Italia con Raffaele Fitto, poi passato al NCD, e poi rientrato in Forza Italia con Gino Vitali e infine approdato fra le braccia di Michele Emiliano, in appoggio alle liste per Antonio Decaro».
  • Forza Italia
  • pasquale di rella
  • francesco paolo sisto
Altri contenuti a tema
Timori di "escalation criminale" a Bari. Appello di Forza Italia: «Intervenga Piantedosi» Timori di "escalation criminale" a Bari. Appello di Forza Italia: «Intervenga Piantedosi» Gli azzurri chiedono al vice ministro Sisto di riportare al Ministero dell’Interno la grave situazione che oggi affligge Bari
Sisto: «Simeone Di Cagno Abbrescia indelebile pezzo di storia cittadina» Sisto: «Simeone Di Cagno Abbrescia indelebile pezzo di storia cittadina» In tanti alla camera ardente allestita a Palazzo di Città
Gasparri a Bari: «Volere chiarezza non è offendere la città» Gasparri a Bari: «Volere chiarezza non è offendere la città» E su Decaro sottolinea: «Polemiche esagerate sulle nostre iniziative che a tratti hanno assunto una dimensione recitativa da commedia»
Possibili infiltrazioni mafiose al Comune, a Bari arriva Gasparri Possibili infiltrazioni mafiose al Comune, a Bari arriva Gasparri "Forza Italia non abbassa la guardia e si mobilita, anche con i suoi principali esponenti nazionali"
Forza Italia Bari: «Le mani della mafia su Amtab? Cambiare rotta» Forza Italia Bari: «Le mani della mafia su Amtab? Cambiare rotta» La nota stampa a firma del gruppo politico
​La delegazione di Forza Italia Bari a Roma per eleggere il nuovo segretario nazionale ​La delegazione di Forza Italia Bari a Roma per eleggere il nuovo segretario nazionale Obiettivi: dare una scossa liberale al sistema nazionale ed europeo, e dar voce a Bari, tra le realtà più vivaci nel panorama forzista regionale
Introdurre anche a Bari il Fascicolo digitale del cittadino: la proposta di Forza Italia Introdurre anche a Bari il Fascicolo digitale del cittadino: la proposta di Forza Italia Il Coordinamento cittadino del partito sollecita un salto di qualità tecnologico per l’Amministrazione comunale
I cittadini danno i voti ai servizi, i risultati del report realizzato da Forza Italia I cittadini danno i voti ai servizi, i risultati del report realizzato da Forza Italia Amministrazione bocciata su tasse comunali, sicurezza, servizi amministrativi comunali, pulizia e raccolta rifiuti
© 2001-2024 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.