antonio decaro
antonio decaro
Attualità

Coronavirus, Decaro: «A Bari 114 contagi e 301 persone in quarantena»

Il sindaco: «Sul lungomare una contravvenzione da 3mila euro. Sull'autocertficazione aveva scritto "faccio le pelose"»

Elezioni Regionali 2020
«A Bari ci sono 301 persone in quarantena e 114 contagiati». Lo ha detto il sindaco di Bari Antonio Decaro facendo il punto della situazione sul contagio da Covid-19 con un video in diretta.

Il sindaco ha parlato della gestione complessiva dell'emergenza cittadina, anche in relazione alla necessità di ridurre al minimo le uscite e i contatti sociali: «Anche oggi abbiamo avuto problemi con chi è uscito di casa, soprattutto perché domani gli ipermercati sono chiusi e le code per la spesa sono state molto lunghe. L'appello è restare a casa per interrompere la catena del contagio. Stamattina la polizia locale ha elevato una contravvenzione sul lungomare da 3mila euro a una persona che sull'autocertificazione aveva scritto di voler "fare le pelose" (esemplari molto grandi di granchi, ndr)».

Il primo cittadino ha, inoltre, approfondito quanto già annunciato oggi in conferenza stampa con il premier Conte: «In attesa che venga data attuazione alle misure di minimo sostegno (600 euro o cassa integrazione) abbiamo necessità di aiutare i nuclei familiari in difficoltà economica acquistando la spesa - prosegue Decaro. I 400 milioni stanziati dal Governo ci permetteranno di aiutare le famiglie per le prossime due o tre settimane. Noi a Bari continueremo a farlo con la rete di donatori e associazioni, con l'impiego di 700 volontari. Attualmente sono operativi 50 fra assistenti sociali, educatori e funzionari attivi, il Pronto intervento sociale funziona h24, abbiamo dato piena copertura dei campi rom. Il cuore della città continua a battere. Sono 13 le linee telefoniche attive, sei aggiuntive per consulenza psicologica, una per le donne in gravidanza, e al giorno riceviamo 500/700 telefonate».

Poi un invito alle aziende e alle grandi attività produttive a donare per chi è in una situazione di bisogno: «Abbiamo ricevuto aiuti da 30 grandi donatori di beni di prima necessità, fra generi alimentari e per la prima infanzia. Un donatore ha versato 13mila euro sull'Iban del Comune, e altri 3mila euro sono stati donati stamattina. Una grande azienda ci ha regalato 800 chili di pasta, ma soprattutto due persone disoccupate ci hanno lasciato una busta con la spesa davanti alla sede dei servizi sociali», conclude Decaro.

  • Antonio Decaro
  • Coronavirus
Altri contenuti a tema
Covid-19, un caso nel reparto di Ginecologia del Policlinico di Bari Covid-19, un caso nel reparto di Ginecologia del Policlinico di Bari La donna, pronta a partorire, è stata messa in isolamento. La struttura resta regolarmente operativa
Coronavirus, in Puglia 9 nuovi contagi su 1500 tamponi Coronavirus, in Puglia 9 nuovi contagi su 1500 tamponi Due positività registrate in provincia di Bari. Un decesso in provincia di Lecce
Crisi Covid-19, dalla Regione Puglia altri 89 milioni per le imprese Crisi Covid-19, dalla Regione Puglia altri 89 milioni per le imprese Le risorse aggiuntive riguarderanno i settori del manufatturiero, del commercio e dei servizi
Decreto agosto, Decaro: «Manca parte delle risorse promesse ai Comuni» Decreto agosto, Decaro: «Manca parte delle risorse promesse ai Comuni» Il sindaco di Bari e presidente Anci: «Il Governo nazionale mantenga l'impegno preso»
Coronavirus, 5 nuovi casi in provincia di Bari. I positivi salgono a 170 Coronavirus, 5 nuovi casi in provincia di Bari. I positivi salgono a 170 In totale sono 1.908 i tamponi effettuati nella giornata di oggi, i guariti sono 3.973. Non si registrano decessi
Covid-19, Emiliano chiede alle prefetture della Puglia di intensificare i controlli Covid-19, Emiliano chiede alle prefetture della Puglia di intensificare i controlli Il governatore: «Occhio a movida e spiagge, in autunno tornerà il contagio». Lopalco: «Serve responsabilità». Bellomo: «In una settimana 6mila verifiche»
Positivo al Coronavirus un 18enne di Mola di Bari Positivo al Coronavirus un 18enne di Mola di Bari Il sindaco sui social: "Non abbassiamo la guardia" e tra i commenti al post sotto accusa la movida
Caso Covid al Di Venere, negativi i tamponi del personale e delle degenti di Ginecologia Caso Covid al Di Venere, negativi i tamponi del personale e delle degenti di Ginecologia Lo comunica Asl Bari: «Avviata verifica interna per appurare se tutti i protocolli di sicurezza siano stati rispettati»
© 2001-2020 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.