Il presidio di Brsi a Bitritto
Il presidio di Brsi a Bitritto
Scuola e Lavoro

Brsi, il giudice annulla i trasferimenti a Catania

Tutti i dipendenti restano a Bitritto e continuano a lavorare in smart working

Il giudice Vincenzo Tedesco ha annullato il trasferimento delle lavoratrici e dei lavoratori dell'azienda informatica Brsi, (un centinaio circa in prevalenza donne) dalla sede di Bitritto in Sicilia, dando ragione ai sindacati che fin dall'inizio hanno denunciato la natura fraudolenta di questa decisione aziendale tesa in realtà a licenziare i lavoratori.
"Ringraziamo le lavoratrici e i lavoratori che ci hanno dato fiducia e che noi abbiamo sostenuto nella lotta iniziata a metà novembre con lo sciopero - scrivono in una nota Fiom Cgil Bari e Cgil Bari - Si tratta di una sentenza storica per tutti i lavoratori vittima di questo genere di operazioni. Ora inizia il lavoro più importante, quello di costruzione con le istituzioni di un percorso per fare in modo che l'occupazione resti nel nostro territorio che può esprimere moltissimo in termini di competenze dei lavoratori, proprio in virtù delle sfide che andremo ad affrontare".

"La giustizia ha prevalso: il giudice del lavoro ha disposto il blocco del trasferimento dei lavoratori della Brsi di Bitritto a Misterbianco Catania, trasferimenti ritenuti illegittimi e attivati palesemente con l'intento di procedere al licenziamento dei lavoratori - sottolinea il segretario generale della UILM di Bari, Riccardo Falcetta - Ringrazio i lavoratori che hanno creduto nella nostra organizzazione e si sono battuti per i propri diritti, nonché gli avvocati Simone e Sesta per l'ottimo lavoro svolto". "La prima battaglia è stata vinta – conclude Falcetta – ora ne comincia un'altra, altrettanto importante, per tutelare i posti di lavori del sito di Bitritto e fare chiarezza sulle reali intenzioni dell'azienda rispetto al sito barese: disperdere tante professionalità sarebbe assurdo e inconcepibile, ci auguriamo che prevalga il buonsenso e che si trovi una strada all'insegna della continuità produttiva, utile a salvaguardare i livelli occupazionali".
  • Sindacati
Altri contenuti a tema
Servizi di portierato in Uniba, protesta dei lavoratori contro il nuovo appalto Servizi di portierato in Uniba, protesta dei lavoratori contro il nuovo appalto In base alla gara sarebbe applicato loro un contratto peggiorativo che non considera tutte le mansioni svolte
Mancata internalizzazione per 500 autisti e soccorritori del 118, proclamato lo stato di agitazione Mancata internalizzazione per 500 autisti e soccorritori del 118, proclamato lo stato di agitazione Il sindacato Usppi: «Ci sono “colpevoli ritardi” accumulati nella procedura che hanno portato ormai all’esasperazione»
"Tim unisce, Tim non si divide", i lavoratori in piazza a Bari chiedono risposte "Tim unisce, Tim non si divide", i lavoratori in piazza a Bari chiedono risposte Manifestazione questa mattina contro le ipotesi di scorporo della rete, per l’unicità dell’azienda, a difesa della tenuta occupazionale.
Brsi condannata anche per condotta antisindacale Brsi condannata anche per condotta antisindacale Il ricorso promosso dalla Fiom Cgil di Bari assistita dall’avvocato Ettore Sbarra
Congresso Cisl Bari, Giuseppe Boccuzzi confermato segretario Congresso Cisl Bari, Giuseppe Boccuzzi confermato segretario “Inverno demografico, chiusura sociale, lavoro povero. Crescita e innovazione per le nostre comunità” il titolo dell'evento
Vertenza Palace, messi in sicurezza per 13 settimane anche i 23 lavoratori delle pulizie Vertenza Palace, messi in sicurezza per 13 settimane anche i 23 lavoratori delle pulizie Il segretario Ferrigni di Fisascat Cisl: «Superato questo periodo bisognerà trovare soluzioni alternative»
Hotel Palace, accordo per la cassa integrazione. I dipendenti interrompono l'occupazione Hotel Palace, accordo per la cassa integrazione. I dipendenti interrompono l'occupazione La Regione garantisce interventi di politiche attive del lavoro
Palace Hotel, incontro in Prefettura. Si va verso la cassa integrazione per i 43 dipendenti Palace Hotel, incontro in Prefettura. Si va verso la cassa integrazione per i 43 dipendenti Sarebbero quattro nel frattempo le trattative aperte con potenziali gestori che farebbero del Palace un nuovo hotel
© 2001-2022 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.