bari deserta nel primo giorno dopo la pubblicazione del nuovo dpcm
bari deserta nel primo giorno dopo la pubblicazione del nuovo dpcm
Attualità

Venerdì il Dpcm "natalizio": Italia zona gialla ma coprifuoco alle 22. Decaro: «Non sarà liberi tutti»

Ristoranti verso la chiusura alle 18, palestre ancora con le saracinesche abbassate. Misure in vigore fino al 10 gennaio

A nel periodo di Natale l'Italia potrebbe diventare un'unica zona gialla, ma senza allentamento radicale delle restrizioni vigenti per contenere la pandemia di Covid-19. Il coprifuoco resta alle 22, bar e ristoranti chiuderanno alle 18, palestre e piscine rimarranno con le saracinesche abbassate. È quanto è emerso questa mattina dalla riunione tra il governo e le Regioni sui provvedimenti contenuti nel nuovo Dpcm in vigore dal 4 dicembre, fino probabilmente a domenica 10 gennaio.

Chiudere i centri storici durante le festività natalizie o contingentare gli ingressi nelle strade dello shopping «Non mi paiono proposte realizzabili se non in centri abitati piccoli. Punterei su iniziative gestibili e concrete come il divieto di stazionamento utile per combattere gli assembramenti senza colpire lo shopping fatto con regole sicure». Lo dice in un'intervista al Messaggero Antonio Decaro, sindaco di Bari e presidente dell'Anci.

Per Natale «Auspico che il governo offra disposizioni valide per tutta Italia contemperate con l'evoluzione della pandemia. Ma di sicuro non potremo far finta che il virus non esista più», ha proseguito Decaro. Le misure che andranno prese «Devono passare attraverso una fase di ascolto dei rappresentanti di tutti gli interessi e di coordinamento con le forze sociali. Io non conosco sindaci che intendano penalizzare la forza economica della comunità che rappresentano. Ma la pandemia si può governare solo lanciando segnali corretti», ammonisce Decaro.

Il sindaco di Bari precisa che a Natale «Non ci sarà un tana liberi tutti. I cittadini debbono essere consapevoli che solo mantenendo comportamenti responsabili non getteremo alle ortiche i risultati che pure stanno emergendo di un contenimento dell'epidemia». La priorità è «Non dare al virus l'occasione per infettare altri familiari e in particolare i meno giovani».

I criteri che attribuiscono il colore alle Regioni, per Decaro, «Spingono queste ultime a darsi da fare mentre l'Rt regionale quando supera quota 1 segnala ai cittadini il livello del pericolo che devono affrontare. Magari il sistema è semplificabile nel senso che andrebbero fornite cifre chiare che consentano a tutti di valutare la situazione».
  • Antonio Decaro
  • Coronavirus
Altri contenuti a tema
Bollettino Covid, in Puglia 954 nuovi positivi. Sono circa il 10% dei tamponi fatti Bollettino Covid, in Puglia 954 nuovi positivi. Sono circa il 10% dei tamponi fatti Sono 8.623 i test effettuati, mentre i decessi di oggi sono 14 di cui 6 in provincia di Bari dove si contano un terzo dei nuovi casi
Coronavirus, in Puglia altri 1.023 casi. I ricoverati sono il 2,5% del totale Coronavirus, in Puglia altri 1.023 casi. I ricoverati sono il 2,5% del totale Effettuati 10.333 test. I decessi sono 11 di cui 7 in provincia di Bari, dove si registrano un terzo dei positivi di oggi
Bari, emergenza Covid e lockdown raccontati da adulti e adolescenti, arriva "Diari virali" Bari, emergenza Covid e lockdown raccontati da adulti e adolescenti, arriva "Diari virali" Il volume edito da Radici Future sarà disponibile nei prossimi giorni all'interno dei presidi del welfare cittadino
Focolaio in una Rsa ad Adelfia, 20 positivi. Il sindaco: «Situazione monitorata» Focolaio in una Rsa ad Adelfia, 20 positivi. Il sindaco: «Situazione monitorata» Nessuno dei contagiati ha manifestato sintomi, al momento sono stati isolati in un piano della struttura
Coronavirus, in Puglia 1.018 nuovi positivi. La provincia di Bari ne registra 370 Coronavirus, in Puglia 1.018 nuovi positivi. La provincia di Bari ne registra 370 Effettuati quasi 10 mila tamponi. I decessi in lieve aumento sono 31. Il totale dei casi si attesta intorno ai 54 mila
Covid, Teatri di Bari mette a disposizione i suoi spazi per la vaccinazione di massa Covid, Teatri di Bari mette a disposizione i suoi spazi per la vaccinazione di massa Vincenzo Cipriano, direttore dei Teatri di Bari: "Soluzione alla mancanza di strutture adatte"
Un positivo alla Carelli, scuola chiusa a Conversano Un positivo alla Carelli, scuola chiusa a Conversano Lo annuncia il sindaco Giuseppe Lovascio, da lunedì dovrebbe ripartire il servizio
Scuola in Puglia, superiori in classe dall'1 febbraio? Scuola in Puglia, superiori in classe dall'1 febbraio? La proposta al tavolo con la Regione viene dai sindacati, in giornata dovrebbe arrivare la nuova ordinanza
© 2001-2021 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.